Al San Salvatore arriva il Robot per Interventi di Precisione, sono solo 2 in Italia

L’Aquila. Impegno e risorse per il San Salvatore che da oggi potrà contare su un robot per eseguire interventi chirurgici di precisione. Ce ne sono solo 2 in Italia, il primo al Policlinico Gemelli e il secondo è toccato all’Abruzzo, proprio al presidio ospedaliero del capoluogo di Regione. 

Robot da Vinci Report-age.com 2017
Robot da Vinci

A ringraziare il direttore della Asl 1 Rinaldo Tordera, la Fondazione Carispaq e il Fondo etico dell’Associazione nazionale costruttori (Ance) per avere contribuito alla disposibilità del robot Da Vinci e della strumentazione per utilizzarlo nell’ospedale del capoluogo di regione, è Pierpaolo Pietrucci, consigliere regionale. Il Robot Da Vinci é un grande passo avanti nella precisione degli interventi chirurgici. “Sono certo che il professor Luigi Di Clemente saprà gestire al meglio questa grande opportunità per il nostro ospedale e per tutta la sanità provinciale: basti pensare che di questo robot ne esiste solo un’altra versione in tutta Italia – dichiara Pietrucci – L’acquisizione del robot Da Vinci è tra le priorità che ho indicato all’esecutivo regionale per la nostra sanità e il fatto che sia nato a supporto un sistema di sostegno all’investimento ne ha facilitata la realizzazione –  conclude il consigliere – Il territorio ne deve essere consapevole, perché se è coeso e reattivo di fronte alle opportunità queste non possono fare altro che aumentare”.

E se l’Aquila è lanciata verso la chirurgia robotica il resto della provincia combatte quasi con la clava per recuperare, ad esempio, dei locali per il Centro di salute mentale ormai sottratto a Sulmona. Si può essere reattivi, ma non coesi se si definiscono certe distanze.

mariatrozzi77@gmail.com