L’Esperimento Sox è Sospeso

Teramo. L’esperimento Sox è sospeso. “Finalmente priorità alla messa in sicurezza. Adesso la Regione  allarghi il tavolo tecnico all’Osservatorio indipendente dell’acqua e Asl Teramo e renda pubblici i nuovi piani sicurezza” interviene Riccardo Mercante consigliere regionale del Movimento 5 Stelle.

“La Regione inserisca subito al tavolo tecnico per la sicurezza L’osservatorio indipendente per l’acqua del Gran Sasso e la Asl di Teramo – chiede Mercante sempre in prima fila per ottenere trasparenza e sicurezza. “Il tavolo a cui si è riferito Lolli nella discussione dell’ultimo consiglio è normato da un protocollo d’intesa firmato a settembre e vede la presenza di Regione, la società Strada dei Parchi, società idriche, Asl aquilana e Laboratori nazionali del Gran Sasso con l’Istituto di fisica nucleare (Infn) – spiega Mercante – Il Tavolo nasce per monitorare tutti i passaggi ed i rischi sulla messa in sicurezza sia del sistema acquifero tra i più importanti d’Italia, sia dei laboratori stessi. L’inserimento di Asl e Osservatorio indipendente è necessario per non precludersi eventuali preziosi suggerimenti sui nuovi piani sicurezza per le sorgenti d’acqua e garantirne la condivisione pubblica”. Nello scorso consiglio regionale quello del vice presidente Lolli è stato un intervento che ha segnato un passo in avanti verso la chiarezza chiesta dal M5S – afferma ancora Mercante – In aula il componente della giunta ha sostanzialmente riconosciuto tutte le criticità che abbiamo evidenziato e ha dichiarato di aver avviato tutte le azioni e gli approfondimenti del caso. Staremo a vedere. Nel frattempo non posso non esprimere un minimo di soddisfazione per il risultato. L’auspicio ora è che l’attenzione per la salute dei 700 mila cittadini abruzzesi che si dissetano dall’acquifero, che la sicurezza di chi nei laboratori sotterranei ci lavora, che il rispetto delle leggi e delle normative vigenti restino in primo piano. Sono sicuro che gran parte del merito di questo risultato, che poi altro non è che un punto di partenza, sia da attribuire alle migliaia di cittadini che hanno partecipato alla manifestazione di Teramo “Per L’acqua trasparente” organizzata dall’ Osservatorio indipendente per l’acqua del Gran Sasso”.

mariatrozzi77@gmail.com