A Chieti il Bimillenario di Ovidio che la Sua Patria ha quasi Archiviato

Chieti. Incontri, convegni di studio da oggi e per diversi giorni faranno del capoluogo teatino la capitale della cultura latina. La città celebra il poeta latino Publio Ovidio Nasone, originario di Sulmona ed esiliato a Costanza, in Romania. La sua Patria lo ha festeggiato per un po’, ma Sulmo sembra quasi aver archiviato il Bimillenario della morte del suo illustre cittadino con tanto di statua impiastricciata, sporca e assediata persino dalla neve, dall’inizio di questo incredibile anno dedicato all’amore, alla cultura e a Ovidio. Chieti invece comincia con degli eventi importanti e ospitando personaggi illustri del mondo della cultura. 

Ovidio con la neve foto Maria Trozzi Report-age.com 2017

Ovidio con la neve foto Maria Trozzi Report-age.com 2017
Foto Maria Trozzi
Ovidio con la neve foto Maria Trozzi Report-age.com 2017
Foto Maria Trozzi

A Chieti sono giunti, in queste ore, studiosi di prestigiose università europee e intellettuali da tutto il mondo, per Ovidio. Ha fatto la sua parte anche Roma con il Campidoglio che ha riabilitato dalla condanna alla relegato il sommo poeta di Sulmona, dopo 2 mila anni dalla morte a Tomi. Manifestazioni, riconoscimenti e iniziative nella capitale hanno garantito alla cultura ovidiana l’ingresso in luoghi inimmaginabili, impensabili. Il Piper, ad esempio, prestigioso locale capitolino dove, sulla fascia de Il Più bello d’Italia è stato segnato il nome del vate e della sua città  grazie alla generosità di un imprenditore abruzzese. E uno spazio della storica discoteca è stato dedicato interamente al Poeta . Con i suoi versi, Ovidio è riuscito ad incantare intere generazioni, intellettuali di tutto il mondo lo hanno citato, spesso copiato. Ovidio ha contagiato la letteratura moderna a tal punto da non poter immaginare che all’origine di storie, racconti e leggende conosciute ci sia spesso Lui. Tanto imitato che purtroppo, dell’originale, si perdono spesso le tracce. Per la  sua meravigliosa influenza e sino a domenica teatro, musica e convegni saranno dedicati interamente al suo genio, ma a Chieti.

mariatrozzi77@gmail.com

Programma Bimillenario Ovidio a Chieti