Skip to content

Gentile sulla Bretella: Sulmona da II scalo d’Abruzzo a centrale di collegamento su ferro del comprensorio interno

Sulmona (Aq). Il sindaco Annamaria Casini chiede visione e copia del progetto complessivo di velocizzazione della tratta Pescara-L’Aquila, oggi arriva una risposta di Maurizio Gentile, amministratore delegato, di origine sulmonese, alla guida di Rete ferroviaria italiana (Rfi) che chiarisce molte cose sulla bretella e relega lo scalo Peligno, secondo in regione, a ruolo di stazione centrale di collegamento su ferro del comprensorio interno. 

Nel progetto di velocizzazione della tratta ferroviaria Pescara-Roma, riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo infrastrutturale delle aree ricadenti nella provincia dell’Aquila la bretella ferroviaria di Sulmona inclusa nel Masterplan Abruzzo Patto per il Sud (delibera di giunta regionale 229/2016). In breve sarà ripristinata una bretella pre-esistente, realizzata quando sono state costruite  le ferrovie abruzzesi (fine ‘800), attivata ma subito dismessa, lunga un po’ più di 600 metri e di collegamento della provincie dell’Aquila e di Pescara che oggi è garantito per le line Pescara-L’Aquila e Sulmona- Teramo attraverso la stazione di Sulmona, per questo, stazione di testa, chiarisce l’amministratore delegato di Rfi: “La bretella è poco più lunga di 600 metri ed è a binario unico elettrificato – prosegue Gentile – Nell’ambito dell’intervento è prevista la nuova fermata Sulmona-San Rufina, con parcheggio adiacente di 2 mila 700 m², marciapiedi e che sarebbe collegata con un sottopasso di 69 metri al resto della rete viaria e di collegamento per la città. Sono previsti 900 giorni di lavoro per l’intervento della bretella, quasi 3 anni, ma si è ancora nella fase di progettazione preliminare. Sarà avviata una specifica Conferenza di servizi per definire, nei dettagli, l’intervento e procedere al bando di gara. Ditte e aziende lavoreranno e i cantieri aperti garantiranno occupazione e reddito. “É un intervento di poco meno di un milione di euro per le rotaie, il resto è  per i servizi e la riqualificazione dell’area” precisa la prima cittadina. La fermata prevista sarà integrata con l’attuale stazione. Una unica tratta Pescara-L’Aquila dovrebbe aggiungersi all’attuale servizio, in breve e sempre a detta del sindaco: “La stazione di Sulmona verrebbe potenziata”. La bretella attraversa il tracciato della linea C per il trasporto pubblico locale ed è previsto un retailing della stazione, si parla anche di pensiline e panchine del primo ‘900 che saranno restaurate perché Sulmona sarebbe inserita nel circuito delle 600 stazioni individuate nel progetto easy station. Indispensabile anche il raddoppio della tratta Pescara-Chieti intervento in fase avanzata necessario a rendere competitiva quest’area dell’entroterra, così come chiesto anche dai pendolari, che  soddisferà meglio la domanda per le connessioni dall’aeroporto D’Abruzzo, la realizzazione è fissata al 2022. Casini chiederà un incontro all’amministratore Rfi Gentile e a Luciano D’Alfonso da tenere a Sulmona affinché la popolazione possa tastare dal vivo le proposte di sviluppo avanzate per il territorio abruzzese. L’obiettivo della Regione è avere teni Pescara-Sulmona ogni ora, con 5 fermate intermedie, treni Pescara-Sulmona ogni 2 ore, con 10 fermate intermedie e treni veloci non cadenzati Pescara-L’Aquila e Pescara-Roma. In breve da secondo scalo d’Abruzzo, per Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi la stazione di Sulmona “assumerà un ruolo centrale nel collegamento su ferro del comprensorio interno della Regione Abruzzo”.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: