Skip to content

Il Telefono non squilla più. Migliaia di clienti Televoip senza linea, l’azienda rassicura: ‘Soluzione in settimana’

Sulmona (Aq). In 3 mila isolati in valle Peligna, senza telefono da circa 20 giorni, parliamo dei clienti Televoip Italia srl che non possono né ricevere né telefonare dal comprensorio. Il problema d’interruzione della linea, dicono, sarà risolto tra meno di 8 giorni e dai soci della srl sarebbe stato spiegato, ai clienti, che si tratta: “Di un problema generale sulle linee minori che si allacciano alla Telecom”. Viene esibito un comunicato di Televoip anche su Facebook che fa riferimento ad un decreto del presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agicom), di metà novembre, in cui si ordina a Digitel Italia spa, in contenzioso con Telecom, di cessare dei comportamenti lesivi dei diritti degli utenti. 

Professionisti, commercianti e ristoratori sono sul piede di guerra, ma l’azienda rassicura: “Soluzione in settimana”. Le linee isolate sono un problema serio per alcuni amministratori di condominio peligni che si sono affidati a Telvoip. Esattamente, per gli allarmi degli ascensori perché, in questi giorni, se qualcuno di questi si blocca si dovrà fare tanto baccano all’interno per farsi sentire se il pulsante d’allarme non consentirebbe di collegarsi al centralino d’emergenza quando le schede telefoniche sono quelle fornite dalla società a responsabilità limitata. Non ci vuole tanto per ipotizzare un malfunzionamento delle telecamere di sorveglianza che rilevano i movimenti e dei sistemi di sicurezza legati alle linee che non funzionano. Studi di professionisti e uffici restano in silenzio.

Una quindicina di giorni fa Daniele Di Bartolo, della società a responsabilità limitata Televoip Italia, con un post nella sua bacheca Facebook, si rivolge ai clienti della società per spiegare quanto accade:”..da giorni la società, cui partecipo, i suoi dipendenti ed i suoi clienti sono vittime di una condotta lesiva di diritti fondamentali posta in essere da Digitel spa e Telecom Italia spa. In particolare quest’ultima, approfittando della sua posizione dominante, derivantele dall’essere proprietaria della rete, oltreché operatrice telefonica, sta riversando su piccoli operatori (oltre Televoip ce ne sono altri 130 circa in tutta Italia) i contrasti insorti con Digitel Spa e, del tutto arbitrariamente, sta contattando i nostri clienti e quelli delle altre società, esausti dal disservizio creato ad arte. La delibera adottata dall’Ag(i)com in data odierna dovrebbe mettere fine all’abuso di potere posto in essere dalle compagnie citate. La televoip non si fermerà, tutelerà i suoi diritti, quelli dei suoi dipendenti e dei suoi clienti in ogni sede”. Peccato però che il post sia stato pubblicato appena 15 giorni fa e la situazione è diventata davvero insostenibile.

L'antica corte Persiste il problema sulla linea A parte gli ascensori, senza linea fissa e taciturni sono rimasti studi medici e legali. I telefoni non squillano e le bocche tacciono, nella valle di Lacrime piange il telefono. “Due settimane fa ci era stato detto che 3 o 4 giorni e si sarebbe tutto risolto” dichiara un cliente della Televoip libero professionista isolato da giorni. Alcuni ristoranti del comprensorio hanno rimediato al disservizio di linea  informando la clientela, sulle bacheche delle pagine Facebook delle loro attività ricettive, che i recapiti telefonici sono cambiati per prenotazioni e contatti. “Abbiamo modificato il numero sulle nostre pagine social, inserendo solo i cellulari e stiamo cercando di fare dei post per evidenziare questo problema” scrivono sui social dal ristorante l’Antica corte. Alcuni si arrangiano poi con il passaparola. Il problema è che da 20 giorni ormai migliaia di utenze, nella conca Peligna, sono senza linea e nessuno però sembra lamentarsene. Tra Pratola e Raiano altri contratti, forse 1500, tutti clienti che non possono ricevere né contattare da giorni. Soprattutto per la rete fissa si riscontrerebbe il problema. Alcuni medici sono rimasti isolati con i recapiti telefonici indicati per la reperibilità e sembra siano stati richiamati dalla direzione della Asl perché non risponderebbero alle chiamate di servizio e d’urgenza. Alche alcuni veterinari sono in difficoltà e molti sistemi di sicurezza non funzionerebbero per i collegamenti alla centralina. Il problema persisterebbe per linea telefonica e Internet poi anche per alcune abitazioni a Corfinio: “A casa abbiamo sia problemi con la linea telefonica che con Internet”. Pagamenti a mano per alcuni esercizi dove l’assenza di linea al telefono fisso ed il pos (dispositivo elettronico che consente di accettare e incassare, direttamente sul proprio conto, i pagamenti elettronici con carte di credito.  di conseguenza, dato che è collegato direttamente sulla linea telefonica) collegato alla stessa. La compagnia Televoip Italia di Raiano ha assunto nel 2010, appena nata, 15 lavoratori. A celebrarla un articolo di una testata giornalistica regionale che parlava dei prezzi competitivi per la fornitura del servizio telefonico e Internet e la previsione persino di un call center per soddisfare le esigenze dei clienti e per i reclami. Al momento sarà difficile mettersi in contatto anche per un reclamo. Il presidente di Televoip, Bruno di Bartolo, nel 2010 sperava di allargare ad altri comuni della valle.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: