Skip to content

‘Sanzionare chi occupa i posti dei disabili’ Leonarduzzi sul mercato di Piazza Garibaldi

Sulmona (Aq). Immagini di una grigia mattinata, non una qualunque dell’inverno sulmonese, ma di un giorno di mercato. L’inferno sul plateatico, il commercio Peligno si conta sulle punte delle dita di una mano oggi. Spazio per i diversamente abili non manca, pochi ma buoni gli ambulanti che lavorano  sotto le intemperie. Pochi, anche perché sulla costa è emergenza mal tempo con dissesti e allagamenti soprattutto a Pescara e in provincia di Teramo. Oggi hanno venduto parecchio, meno concorrenza probabilmente, i commercianti di piazza dicono che torneranno puntuali mercoledì.

Pietro Leonarduzzi 

L’area praticamente è semivuota, nessuno in attesa al chiosco dei panini e dei poli e se non c’è fila nemmeno quando si tratta di mangiare, allora siamo alla frutta, anzi oltre. Poche anime infreddolite e spente sono in giro riparate da ombrelli mezzi rotti, facce tristi e volti stanchi. Raggiungiamo il vice presidente della Confesercenti provincia dell’Aquila, Pietro Leonarduzzi, che è già passato in pizza e ha già visto. La nuova sistemazione del mercato è in rodaggio, va migliorata, alcuni spondisti esclusi potrebbero rientrare, se c’è disponibilità a palazzo San Francesco, ed occupare i posti. Basterebbe che gli sclusi cominciassero a partecipare attivamente alle iniziative che li riguardano e si svolgono per il commercio, così per far parte seriamente della grande famiglia di commercianti di piazza Garibaldi. La crisi stagnante ferma gli ambulanti o c’è altro oggi? “Effettivamente anche per me è stata una brutta sorpresa vedere oltre mezza piazza senza bancarelle. Alcuni commercianti che oggi si definiscono spondisti, senza posto fisso, stanno lì in piazza senza aver aperto il banco, facendo mancare il loro servizio alla comunità. Ci si lamenta troppo e si fanno pochi fatti!” riassume Leonarduzzi.  Per la sistemazione del nuovo mercato il problema è ancora per gli accessi ai diversamente abili: “Effettivamente il problema è da risolvere, nonostante lo sforzo dell’amministrazione. Le difficoltà dei disabili sono dovute soprattutto alla pessima abitudine, di alcuni ambulanti, di occupare abusivamente gli spazi riservati ai disabili. Spero che l’amministrazione solleciti la Polizia locale ad intervenire e sanzionare questi pessimi comportamenti”.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: