Skip to content

Spazzaneve à gogo alle Province con Terna, Regione e una donata dalla Bcc

Pescara. Quando tanto e quando niente’ il detto abruzzese sembra azzeccato per gli spazzaneve da assegnare alle Province abruzzesi. Parliamo delle turbine che servivano davvero per l’emergenza neve di gennaio, ma erano fermi perché sembra che il costo delle riparazioni fosse proibitivo per gli enti territoriali svuotati dalla riforma. Invece di mettere a disposizioni mezzi finanziari si pensa ad acquistarne di nuove, forse si pensa che potrebbero guastarsi meno delle vecchie.

Integrazione

Con 2 distinti provvedimenti, la giunta regionale, su proposta del presidente Luciano D’Alfonso, ha approvato oggi una variazione al bilancio regionale per la iscrizione di nuove entrate con destinazione vincolata, finalizzate all’acquisto di nuovi mezzi spazzaneve da destinare alle Province abruzzesi, grazie anche all’offerta spontanea di Terna, per l’esattezza si tratta di una liberalità. Una intanto è stata già donata, circa una settimana fa, alla Provincia di Teramo, dalla Banca di credito cooperativo (Bcc), così ha annunciato lo scorso 10 novembre, Emanuela Rosa, del consiglio di amministrazione del Banco di credito coopertivo di Castiglione Messer Raimondo (Te). Per Regione e Terna, si tratta di un intervento finanziario per oltre 1 milione di euro possibile attraverso una liberalità messa a disposizione dalla società Terna spa per un importo massimo di 600 mila euro più Iva e per altri 400 mila euro rinvenienti da disponibilità della Regione. Nei giorni scorsi si era provveduto, da parte della giunta regionale, ad approvare e poi sottoscrivere la convenzione con il colosso dell’energia elettrica ed oggi l’atto che individua i capitoli di entrata e di uscita del bilancio regionale e consente così l’avvio della procedura di gara. “Si tratta di una importante azione finalizzata a conseguire la più funzionale capacità d’intervento nel settore della viabilità regionale, al fine di garantire la sicurezza della normale percorribilità delle sedi stradali soprattutto nelle aree interne e anche nei periodi invernali” ha dichiarato D’Alfonso.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: