Skip to content

Cocaina nascosta in bocca e un Arsenale tra casa e officina, arrestato dai Carabinieri

Pescara. In bocca, appena prima del controllo, ha nascosto circa 3 grammi di cocaina. V. J. 39enne operaio incensurato nato a Pescara ma residente a Montesilvano, è stato arrestato nella notte tra sabato e domenica dai Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Pescara, in flagranza di reato di porto e detenzione illegale di arma clandestina, comune da sparo, munizioni, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

La pattuglia ha fermato l’uomo a bordo della propria autovettura, in viale Marconi. Sottoposto ad una prima perquisizione i Carabinieri hanno recuperato 3 grammi di cocaina nella bocca del 39enne e così hanno esteso la perquisizione all’abitazione dell’uomo e nella sua officina, dove nascondeva un vero e proprio arsenale. Sono stati recuperati altri 2 grammi di cocaina, un bilancino elettronico di precisione e numerose armi e munizioni: 1 pistola Beretta calibro 6,45, rubata a Lariano (Rm), 1 arma di fabbricazione artigianale del tipo minolux, costituita da un cilindro cavo della lunghezza complessiva di 14 cm, provvista di otturatore a mano e priva di matricola, 8 munizioni calibro 38 Sw, 4 pugnali bilama di varia lunghezza, 1 contenitore in metallo con 220 grammi di polvere da sparo, 2 fucili da caccia, senza permessi, sequestrati con le munizioni per omessa denuncia di detenzione di arma ed omessa comunicazione di cambio del luogo di detenzione. Per il 39enne sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa di udienza di convalida.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: