Skip to content

Indagini incendio del Gran Sasso, sono in corso gli ultimi interrogatori

Sono tutti giovani gli indagati per l’incendio a Fonte Vetica sul Gran Sasso d’Italia, l’accusa è d’incendio colposo di bosco e sembra che proprio in questa settimana arriveranno al sostituto procuratore della Repubblica, Fabio Picuti, gli atti in cui si raccolgono le attività d’indagine del Nucleo investigativo di  polizia ambientale e forestale (Nipaf) dei Carabinieri.

Gli investigatori stanno concludendo, in queste ore, gli interrogatori per inviare gli atti e così dare avvio all’atto di chiusura delle indagini preliminari del procuratore. L’impianto accusatorio porterebbe a processo una dozzina di persone, erano appena 6 all’avvio delle indagini. I danni ambientali interessano 300 ettari di Parco Gran Sasso monti della Laga sottoposti a rigidi vincoli ambientali eppure ridotti in cenere.

I fatti. Il 5 agosto a Fonte Vetica si svolge la consueta Rassegna degli Ovini, è la 58esima edizionee sul posto la camera di commercio aquilana registra oltre 30 mila presenze vantandosi del successo dell’iniziativa, peccato che nessuno abbia pensato che una partecipazione tanto ampia imponesse l’adozione di misure di sicurezza adeguate alla manifestazione che, l’esperienza degli anni passati, suggeriva precauzioni e attenzione. Auto, moto e camper sono parcheggiati ovunque sulla piana e sui prati. Verso le ore 14 un fuoco a terra sfugge al controllo di alcuni giovani, 6 ragazzi che fanno parte di un gruppo più numeroso. Le fiamme divorano in un batter d’occhio i fili d’erba del prato attorno, raggiungendo in breve la vegetazione fitta del bosco, una colonna di fumo si alza alta in cielo. Nella notte poi l’incendio svalica e raggiunge Rigopiano, teatro della tragedia di gennaio quando sul resort costruito al centro di una venatura del monte dove scivola la slavina staccatasi dalla cima del monte in due giorni in cui terremoto e neve abbondante mettono in ginocchio l’Abruzzo intero.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: