Skip to content

Vi presento monte Morrone senza i pini piantati negli anni Cinquanta

Pacentro (Aq). Un tempo non proprio lontano il monte Morrone, circa 2 mila ettari sono andati in fumo per un vasto incendio lo scorso agosto, non aveva alberi di pini sui suoi crinali, ma poche piante del posto: ginepro, roverella e qualche latifoglia. Nella immagine inedita che proponiamo, del rimboschimento di pini messo in atto negli anni Cinquanta sul costone pacentrano non c’era ancora traccia. 

Questo solo per dare un’idea di come basterebbe la rinascita spontanea di specie vegetali autoctone per il monte, magari prestando maggiore attenzione alla crescita delle piantine per assicurare loro luce e acqua sufficienti a diventare adulte e utili. Basterebbe chiedere lumi agli esperti per evitare di parlare a sproposito e per rendersi conto che certi progetti regionali sono dettati solo dal dio denaro e non dall’amore per Madre Natura. Un rimboschimento è troppo costoso e non darebbe risultati utili a frenare il rischio idrogeologico, soprattutto perché i Pini, lo sanno tutti, hanno radici troppo superficiali.

Morrone di Pacentro senza alberi prima del rimboschimento degli anni '50
Morrone di Pacentro senza alberi prima del rimboschimento degli anni ’50
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: