Skip to content

Mistero Ufo su Pratola Peligna: un drone notturno. Elenco degli avvistamenti

Pratola Peligna (Aq). Quasi 2 gocce d’acqua le luci dell’oggetto volante non identificato, un Ufo per alcuni osservatori notturni, e quelle emesse dal drone X5c osservato da un video su YouTube. Quest’ultimo, portato più in quota, darebbe probabilmente le stesse sfumature di colore dell’oggetto misterioso che Antonio Citarelli, 28enne pratolano, ha filmato e fotografato più volte su Pratola.

C’è comunque un’altra ipotesi da considerare per la valle Peligna. La conca è soggetta ad inversione termica e in lontananza, l’aria umida che ristagna al tramonto e di notte, può deformare le luci di un’auto o di una moto a distanza. Così spiegano in un servizio su Focus del 5 ottobre 2017 nella rubrica Cose di questo mondo, trasmesso alle ore 21.05 sul canale 56 del digitale terrestre free. 

Confronto tra Drone ad altezza d'uomo e l'oggetto pratolano a centinaia di metri di quota Report-age.com 2017

Confronto tra Drone ad altezza d’uomo e l’oggetto pratolano forse a decine di metri d’altezza Report-age.com 2017

Si può dire svelato il mistero dell’oggetto volante non identificato apparso più volte, ma solo sul cielo notturno pratolano? Se n’è parlato talmente tanto che non sembra vero che tutto si risolva in un semplice drone. Ad insospettirci anche il fatto che ci siano stati diversi ‘avvistamenti’ dell’oggetto, in diverse ore e per diverse sere, ma sulla stessa area. Dai 33 secondi di stupore di chi lo ha filmato è emozionante trascorrere un minuto e mezzo a guardare il video di chi lancia un drone, simile all’Ufo pratolano, con luci rosse e verdi, in volo notturno su YouTube. Per l’avvistamento sarebbe stato allertato persino il Centro ufologico nazionale, il più autorevole istituto di ricerca su fenomeni misteriosi, al quale sarebbero state inviate le immagini realizzate dal 28enne pratolano per un’accurata indagine sul caso. L’oggetto al 99% è un drone giocattolo considerata l’emissione di luce che produce. Di certo non siamo soli in questo Universo e su questa regione rimane impressa nella memoria la famosa foto del 2004, originale, del ragno sul monte Gran Sasso. Poi la cosa si complica in valle Peligna, i primi di maggio 2007 a Roccacasale (Aq) viene registrato su telecamera il passaggio di un oggetto che schizza a velocità impressionante, quasi impercettibile ad occhio nudo. Più di recente vengono documentate delle potenti luci sulla valle Peligna, a marzo 2011 e nella frazione Marane il 18 luglio 2015, sempre di notte. Ad ottobre 2014 da Sulmona verso il Morrone viene fotografato, di giorno questa volta, uno strano assembramento di decine di sfere bianche quasi trasparenti e raggianti che accompagnano 2 oggetti più grandi ovali a migliaia di metri in quota con luci.

mariatrozzi77@gmail.com 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: