I Carabinieri forestali bloccano l’incendiario del Sentiero dello Spirito, Parco della Maiella

Guardiagrele (Ch). Ha ammesso le sue responsabilità il 50enne fermato, dai Carabinieri Forestali, per aver appiccato il fuco, questa mattina, sul Sentiero dello spirito nel Parco nazionale della Maiella. Per G. P., queste le iniziali dell’incendiario residente nella provincia di Chieti, l’accusa è di incendio colposo ed è stato denunciato, a piede libero, per aver bruciato un tratto della Zona C di protezione del Parco Majella, di protezione speciale (Zps) dell’Unione europea (IT7140129 Parco Nazionale della Maiella) e nel Sito di interesse comunitario (IT7140203 Maiella).

Aggiornamento

Foto Maria Trozzi Report-age.com 2017

L’uomo, oltre che sanzionato per violazioni amministrative alle normative sugli incendi, è stato denunciato e deferito all’autorità giudiziaria di Pescara per vari reati, tra i quali quello più grave di incendio boschivo colposo (art. 423-bis del codice penale),  reati per i quali sono previste cumulativamente pene fino a 6 anni di reclusione. Il 50enne, conosciuto per le sue stranezze, ha dato fuoco a degli indumenti che ha disposto  in un cerchio di pietre sul Sentiero dello Spirito, proprio nei pressi di un’area già colpita da un devastante incendio nel 2007 (Roccamorice). Il  tratto bruciato è di ridotta dimensione (25 m²) grazie al tempestivo intervento dei cittadini e dei Carabinieri forestali ed è quello compreso tra gli eremi di Sant’Angelo (Lettomanoppello) e Sant’Onofrio (Serramonacesca), a circa 800 m di quota, in un habitat di particolare importanza la cui conservazione è considerata prioritaria dalla Direttiva habitat dell’Unione Europea. I Carabinieri Forestali della Stazione parco di Lettomanoppello (Pe), guidati dal Maresciallo Maurizio Colantoni, sono immediatamente intervenuti in risposta alla segnalazione di un cittadino che si è accorto delle fiamme sulla vegetazione ai margini del bosco. Grazie alla collaborazione della gente che stamane ha provveduto direttamente ad estinguere il rogo, i militari hanno potuto raccogliere molte informazioni, tracce e hanno acquisito testimonianze rilevanti per risalire, in brevissimo tempo, al responsabile del rogo sentito per circa 5 ore nella Stazione Carabinieri Parco di Lettomanoppello (Pe). Il 50enne ha finito poi per ammettere le sue responsabilità. Proseguono senza sosta le indagini dei Carabinieri Forestali per far luce sui devastanti roghi che hanno incenerito il monte Morrone, sempre nel parco della Maiella.

Nel fascicolo in procura a Sulmona raccoglie diverse cartelle per gli incendi dolosi che hanno arroventato la valle Peligna in agosto. Le indagini condotte dal Procuratore capo del tribunale di Sulmona, Giuseppe Bellelli, porteranno presto ad importanti sviluppi. Negli uffici della procura peligna sono stati ascoltati alcuni testimoni e sentiti, a sommarie informazioni, già 5 persone. Il 30 agosto è stato fermato, dai Carabinieri forestali e Guardia di Finanza, un 73enne vestito di tutto punto che nel portabagagli della sua auto di colore rosso ha stipato del materiale da carrozzeria. Una officina è sita proprio all’ingresso della stradina (con l’insegna il Cammino di San Tommaso) dove l’anziano è stato fermato, alle pendici del Morrone tra Roccacasale e Pratola Peligna, punto in cui la costola della montagna ha continuato a fumare sino al 9 settembre. Due candele, colla bostik, diluente e giornali sono stati considerati dagli inquirenti materiale utile per confezionare un innesco, ma a casa dell’anziano non sarebbe stato poi recuperato nulla di sospetto.

L’affare dei rimboschimenti non viene trascurato dai magistrati di Sulmona, Avezzano e L’Aquila che indagano sulle cause e gli autori dei 200 incendi che hanno devastato l’Abruzzo in questa Estate. I pubblici ministeri non escludono nessuna pista. Immagini satellitari e non dei roghi sono d’aiuto, in procura 16 di oggi, per dare il via libera al rimboschimento: un’operazione milionaria tutta ancora da decidere.

mariatrozzi77@gmail.com

Un pensiero riguardo “I Carabinieri forestali bloccano l’incendiario del Sentiero dello Spirito, Parco della Maiella

I commenti sono chiusi.