Skip to content

Roccapia. In fumo la fascia esterna della Riserva del Genzana: dal fronte del Fuoco le notizie

Roccapia (Aq). É sicuramente la mano di un piromane quella che ha ridotto in cenere il bosco in un incendio che da ieri a Mezzogiorno, sulla fascia esterna della Riserva naturale del monte Genzana a Roccapia, impegna squadre di vigili del fuoco, carabinieri forestali, un canadair e i volontari della Protezione civile di Pettorano sul Gizio (Aq). Da una prima stima dei danni sarebbero 20 gli ettari di vegetazione bruciati a valle Gentile. L’incendio si sarebbe sviluppato da alcuni petardi sparati nella tarda mattinata di ieri, Ferragosto.

Aggiornamento

Incendio Genzana foto Trozzi

Ventiquattrore non stop per spegnere l’incendio doloso, i soccorsi sono posizionati anche sulle aree di sosta della strada di montagna, prima del tunnel che apre la strada al Piano delle 5 miglia verso Roccaraso (Aq), non mancano i mezzi di soccorso e spegnimento all’altezza del ponte della vecchia Napoleonica, l’abitato di Roccapia è fortunatamente fuori dalla portata delle fiamme. L’incendio si è sviluppato ieri verso le ore 12, sulla parte alta del paese. Nel primo mattino di oggi sono stati eseguiti anche dei lanci di liquido ritardante per contenere le lingue di fuoco e il traffico della statale 17 è stato fermato sul tratto per effettuare l’operazione in tutta sicurezza, verso mezzogiorno la situazione era sotto controllo. A coordinare le operazioni il comandante della stazione Carabinieri forestali di Roccaraso, Franco Di Bartolomeo, e il comandante dei Carabinieri di Pettorano sul Gizio, Vito Carriero. Sono proprio questi valorosi uomini a garantire il massimo della sicurezza sul tratto della statale 17, tra i più pericolosi d’Abruzzo anche per gli alti viadotti che fiancheggiano l’area della montagna ridotta in cenere. Piuttosto trafficato in queste ore il tratto sfiorato dall’incendio, ma senza problemi per la circolazione veicolare grazie ad un intervento tempestivo del personale antincendio e dei soccorsi. Fa la spola tra Barrea e Roccapia, da ieri, un Canadair partito da Pescara che attinge dal lago, ricavato dallo sbarramento del fiume Sangro, l’acqua necessaria per spegnere le fiamme sul limitare della Riserva regionale Alto Gizio Genzana, areale dell’orso bruno marsicano. I lanci sono eseguiti su aree inaccessibili all’uomo e sono efficaci. L’incendio radente ha incenerito piante di pochi centimetri, dichiara il comandante, è sotto controllo. Restano ancora 2 pennacchi di fumo ancora attivi, ma un elicottero dei vigili del fuoco, in volo nel tardo pomeriggio,  li rende innocui perché si è intervenuti in tempo. L’incendio è visibile anche dal bivio per Pettorano sul Gizio, sempre nell’aquilano.

Aggiornamento.

mariatrozzi77@gmail.com

Incendio Riserva Genzana

Immagini Maria Trozzi

 

 

1 commento »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: