Biglietto da visita per il Santuario di Ercole Curino

Valle Peligna. Immondizia di Ferragosto a pochi passi dal piazzale asfaltato dello chalet di monte Morrone che, sul sentiero a Nord porta all’eremo di Celestino V, dove oggi si è svolta la storica fiaccolata dedicata a Celstino V, a Sud una stradina sterrata conduce al santuario di Ercole Curino, area un tempo conosciuta come Scavi di Ovidio. All’ingresso del percorso c’è da trattenere il respiro. Alla polizia municipale è stato segnalato lo stato d’indecenza in cui versa il sentiero. Domani stesso dicono che provvederanno. Se ci fosse stato un custode o qualche associazione a gestire il sito probabilmente questa scena non si sarebbe proposta dinanzi ai tanti turisti che affollano l’eremo in questi giorni.