Skip to content

Osservatorio H2O escluso dal Tavolo regionale sull’emergenza Gran Sasso

Teramo. L’Osservatorio indipendente sull’Acqua del Gran Sasso non è d’accordo sull’esclusione, di una sua rappresentanza, al Tavolo tecnico regionale per l’emergenza dell’acquifero del Gran Sasso e per questo chiede a Regione e  Provincia di Teramo di accogliere nel gruppo di lavoro, ma in qualità di uditore, una qualificata rappresentanza dell’Osservatorio.

“Vogliamo ricordare che all’inizio del 2000, le associazioni ambientaliste furono protagoniste della mobilitazione contro la volontà del governo nazionale di realizzare, su richiesta dell’Infn (Istituto nazional di fisica nucleare ndb), un III traforo e l’ampliamento dei laboratori esistenti. Proprio durante la protesta, le associazioni ambientaliste sollevarono dubbi sulla reale sicurezza del sistema che mette a stretto contatto i punti di captazione dall’acquifero del Gran Sasso con i Laboratori dell’Infn e le gallerie autostradali. Nel passato la politica, anche attraverso la gestione commissariale, ha commesso l’errore di estromettere la società civile dal confronto sull’acquifero del Gran Sasso – concludono WWF, Legambiente, Mountain wilderness, Arci, ProNatura Laga, Cittadinanzattiva, guardie ambientali d’Italia, Fiab, Cai, Italia nostra e Fai – I risultati ono sotto gli occhi di tutti” concludono dall’Osservatorio H2O nella speranza che nel tavolo regionale approntato per l’emergenza dell’acqua del Gran Sasso sia garantita la partecipazione di un rappresentante del gruppo ambientalista.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: