Skip to content

Siccità. Chiesto il Monitoraggio dei Fiumi e dell’Acqua Potabile in Abruzzo

Calura e di siccità mette a dura prova il sistema idrico regionale con alcune aree già in stato di profonda crisi e con la gran parte dei fiumi sotto il livello medio di questa stagione.

L’Arci Pesca ha scritto stamane alla Regione per chiedere che l’Abruzzo disponga “un monitoraggio dei fiumi regionali, demandando il controllo alle Polizie Provinciali” come appena fatto anche dalle Marche per una puntuale verifica “dello stato di salute della fauna ittica”. Nel Fucino sono in secca i corsi d’acqua minori così  anche il WWF si associa all’Arci pesca per chiedere alla Regione di monitorare anche la situazione degli acquiferi dai quali si riforniscono gli acquedotti per la distribuzione dell’acqua potabile. «Il reticolato idrico regionale è normalmente sotto stress per eccesso di captazioni, usi irrazionali, acquedotti colabrodo, corsi d’acqua superficiali soggetti a inquinamento  – dichiara il delegato WWF Abruzzo Luciano Di Tizio – Una situazione che richiederebbe un serio intervento e cospicui investimenti, ben più utili di quelli destinati a finanziare le cementificazioni che abbondano nel masterplan regionale e sui quali ci sarà da riflettere”.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: