Skip to content

Come Sardine. Ecco i locali che ospiteranno la biblioteca. Esclusiva Report-age.com

Sulmona (Aq). Occorreranno circa 2 settimane per concludere i lavori nel locale di via Gennaro Sardi che ospiterà il popolo della biblioteca chiusa a piazza Venezuela, per bassi indici di vulnerabilità (0,26), dotata però di sale di lettura, ariose e spaziose, vuote ormai da 50 giorni e ‘schiere’ di libri sugli scaffali alle pareti, dal primo al piano interrato, ormai pieni di polvere.

Aggiornamento

Interno 1

Interno 3

Trasformare in sale lettura le stanze del pian terreno dell’Inps di via Gennaro Sardi è davvero un’impresa. Proprio questo spazio, forse qualcosa in più di 60 m², dovrebbe raccogliere il personale della biblioteca, ragazzi e adulti che fruiscono dei servizi dell’Agenzia regionale di promozione culturale, qualche libro e i servizi igienici. Con qualche tavolo e qualche scaffale sarà un po’ come le sardine in scatola. Gli operai di una delle ditte chiamate a sistemare oggi i vani destinati al servizio sono impegnati all’esterno e così si riesce a rubare qualche immagine dei locali che, circa 15 anni fa, erano destinati allo spaccio aziendale. Per martedì è previsto l’arrivo del pittore per rinfrescare le pareti. Per l’Agenzia di promozione si mettono a disposizione 2 sale separate da un stanza angusta dove per il momento è accatastato un divano. Le sale sono piuttosto ampie, piene di polvere ma illuminate e con tanto di uscita di sicurezza antipanico con maniglione. Almeno per il momento il controsoffitto del locale non è in buone condizioni, si controllano luci e sistema elettrico, prese di corrente, alcuni pannelli da sostituire e altri spazi in alto dove mancano le coperture. Delle sedie sono accatastate in fondo, in un altro vano, stretto al buio, lì si trovano i servizi igienici. Comunque il condizionatore funziona benissimo e dalle ampie vetrine arriva la luce del giorno. In inverno, le pagine dei libri saranno sufficientemente illuminate sino a tarda mattinata nella sala di lettura. L’Istituto di previdenza sociale ha messo a disposizione i  locali di via Gennaro Sardi, di fronte la Croce rossa. Si supera il cancello automatico, l’ingresso è sorvegliato e si percorre una rampa piuttosto in pendenza poi si gira leggermente a sinistra e si entra nel locale. L’ingresso ancora non è un granché, ma migliorerà. Come per la struttura di piazza Venezuela anche questo immobile è ricco di verde, alberi e aiuole inondati dal sole, il problema è che lo spazio non è poi molto. Da una lettura degli orari degli uffici al primo piano, poi, immaginaniamo che qualche disagio non mancherà. A piazza Venezuela le sale lettura restavano aperte anche dopo le ore 18 mentre a quell’ora gli uffici Inps sono chiusi già da un pezzo. L’istituto di vigilanza che ha in carico la custodia dell’edificio ha orari diversi che potrebbero non risultare congrui e adeguati al nuovo servizio per la cultura e ai tempi consueti di permanenza degli utenti della storica biblioteca. Questo potrebbe determinare qualche altro cambiamento e qualche altro sacrificio.

Immagini Maria Trozzi

mariatrozzi77@gmai.com

Archivio

Biblioteca chiusa: l’ultimo libro prestato dal Centro servizi culturali

2 Comments »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: