Skip to content

Ortona. WWF su deposito Gpl: il neo sindaco si opponga subito al progetto con lettera al Mise

Ortona (Ch). Non mancano sfide d’affrontare e criticità ambientali da superare per la città che da poco ha rinnovato i vertici dell’amministrazione comunale. Alla neo amministrazione il WWF zona frentana e costa teatina chiede subito di esprimersi contro il deposito di Gas di petrolio liquefatti e di farlo inviando una missiva al ministero dello sviluppo economico che presto deciderà sull’impianto.

Fabrizia Arduini Report-age.com 2015

Fabrizia Arduini

“In seguito all’entrata in vigore della Seveso 3, la città è stata chiamata ad esprimersi sul deposito della Walter Tosto. Ben 2000 pareri di contrarietà, sono una risposta inequivocabile che inviati al ministero dello sviluppo economico sono così stati reindirizzati agli organi di valutazione dell’impianto in materia di sicurezza e impatto ambientale. Crediamo che tutto rimarrà invariato e che i pareri positivi sull’impianto resteranno. Sarà il ministero dello Sviluppo economico, in testa del procedimento, a mettere la parola fine a questa vicenda. Pertanto chiediamo al neosindaco, Leo Castiglione, e all’amministrazione, come primo atto, di entrare nell’ambito del procedimento amministrativo con l’invio al Mise di una lettera di netta contrarietà – prosegue Fabrizia Arduini, presidente WWF zona frentana e costa teatina – Annullare la vecchia delibera d’interesse, come annunciato dall’attuale sindaco, serve a ben poco poiché non fa parte del  procedimento amministrativo. Purtroppo è molto più pertinente il parere positivo espresso in sede di Conferenza dei servizi nel 2014 dal Comune. La lettera di contrarietà quindi, dovrebbe contenere riferimenti sulla sicurezza per la movimentazione delle 50 o 60 autocisterne lungo via Cervana per 220 giorni l’anno, poiché l’amministrazione  avrà un ruolo di responsabilità sulla sicurezza dei propri cittadini, sancito dalla legge Seveso (art.22). Nell’ambito della procedura che riguarda il deposito Gpl, l’Autorità di sistema portuale è un altro tassello importante, poiché dovrà rilasciare la Concessione demaniale. Il porto nel comitato di gestione dell’Autorità di sistema portuale è rappresentato dal senatore Tommaso Coletti. È necessaria una proficua collaborazione per il bene della città anche per il ruolo strategico d’indirizzo e programmazione che ha il comitato sul porto”. L’associazione WWF Zona Frentana e Costa Teatina ha fatto una richiesta di accesso agli atti ai ministeri e alla regione per avere un quadro più preciso da sottoporre al gruppo giuridico scientifico per supportare il Comune: “La trasformazione umana degli ecosistemi e dei paesaggi costituisce il più grande cambiamento che stiamo causando sulla superficie terrestre – conclude Arduini – Stiamo di fatto modificando la capacità della biosfera di sostenere la vita. Il cambiamento di questo pericoloso schema deve partire anche dai territori”.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: