Skip to content

Angeli di Rigopiano e prima Sminatrice donna tra i protagonisti del Premio Benigno e Filomena Suffoletta

Roccaraso (Aq). Tra i protagonisti della XXIV edizione del Premio Benigno e Filomena Suffoletta gli angeli di Rigopiano delle pattuglie del soccorso Alpino della Guardia di finanza che la notte del 18 gennaio sono giunti per primi all’hotel di Farindola (Pe) travolto da una valanga che provocò 29 vittime. Importante anche e soprattutto il premio alla prima donna sminatrice dell’Esercito Italiano.

Da destra Alessandro Di Tunno, Gaetano e Giuseppina Suffoletta, Ten.Gdf Luigi Falce e gli Angeli di Rigopiano

Claudia Pascale premiata da Alessandro Di Tunno

Alla guida della spedizione notturna che per prima raggiunge l’albergo, travolto da una spaventosa slavina, tra impressionanti scosse di terremoto e bufera di neve, è il Maresciallo capo della Guardia di Finanza, Lorenzo Gagliardi, comandante della stazione del Soccorso Alpino Gdf di Roccaraso. Con la sua feroica squadra è stato presente oggi alla cerimonia di premiazione, al loro fianco (a destra fig.1), il comandante della Compagnia della Guardia di finanza di Sulmona, Luigi Falce. IMportante riconoscimento a Claudia Papale (Fig.2 con Giuseppina Suffoletta), prima donna sminatrice, distinta nelle operazioni di bonifica in Libano, è stata premiata dal vice presidente del Comitato esecutivo del premio, Alessandro Di Tunno (scheda), District manager di Banca generali spa. Papale è in dolce attesa e, per il futuro, il carico di responsabilità che ha assunto non la spaventa, non le fa paura, ma la rende forte e ancora più tenace e responsabile nell’affrontare situazioni di grave difficoltà connesse al suo lavoro nell’Esercito italiano. La strada intrapresa le permette di rendersi utile alla comunità in situazioni di particolare pericolo. Un libro sicuramente da leggere Gli eroi non muoiono mai. Storie di calcio e politica di Gaetano Suffoletta introdotto da un toccante intervento di Giuseppe Toletti. Numerosi i riconoscimenti a tanti abruzzesi che hanno incredibili doti e forti legami con la regione verde d’Europa e che si sono particolarmente distinte, nel corso dell’anno, per l’impegno profuso a cambiare il corso innaturale degli eventi e rendere questo un Paese migliore.

mariatrozzi77@gmail.com

Foto Gallery

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Curiosità in dettaglio. Il premio è nato nel 1989 da un’iniziativa di Benigno Suffoletta e dei suoi figli Gaetano e Giuseppina in ricordo della moglie, Filomena Carrara, con lo scopo di valorizzare chi si è distinto nel proprio campo lavorativo o di interesse, raggiungendo livelli di eccellenza. Dopo la scomparsa del fondatore e creatore della manifestazione Benigno Suffoletta, avvenuta nel novembre 2014, il Premio ha cambiato nome mantenendo e rafforzando lo spirito del suo fondatore, Benigno Suffoletta: “Gaetano e Giuseppina, figli di Benigno e Filomena si impegnano a mantenere vivo l’ideale che ha fatto nascere il Premio” questa la promessa degli eredi rinnovata e mantenuta anche quest’anno. La conferma avviene attraverso i premiati di questa  edizione.

Gli angeli di Rigopiano. Il  Soccorso alpino della Gdf di Roccaraso. Nel 243° anniversario della fondazione della Guardia di finanza, il 21 giugno, il maresciallo aiutante Lorenzo Gagliardi è stato premiato con una ricompensa al Valor Civile e con la promozione al grado superiore con lui anche altri 7 militari del Corpo distintisi nelle operazioni di soccorso prestate a seguito del terremoto nell’Italia centrale dell’agosto 2016 e in occasione degli eventi calamitosi di gennaio. Sono il Maresciallo Capo (ora Aiutante) Lorenzo Gagliardi, il Vice Brigadiere (ora Brigadiere) Marco Bini, l’Appuntato scelto (ora Vice Brigadiere) Mauro Desideri e l’Appuntato (ora Appuntato scelto) Ivan Licciardello della Stazione del Soccorso alpino della Guardia di Finanza di Roccaraso (AQ) nonché il Maresciallo Aiutante Paolo Passalacqua e gli Appuntati scelti (ora Vice Brigadieri) Raffaele Adiutori, Daniele Urbani e Armando Coccia della stazione del Soccorso alpino della GdF di L’Aquila.

mariatrozzi77@gmail.com

1 commento »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: