Skip to content

Grazie Professor Rodotà: Mentore e Difensore dei Beni Comuni

È stato il primo garante della Privacy. Dopo il ’95 cattedra di Diritto civile nella facoltà di Giurisprudenza, università La Sapienza di Roma, ha insegnato a tanti del Popolo e ha seguito i passi di tanti suoi studenti che, al  di là del corso di laurea, condividevano gli ideali ecologisti nell’attivismo a tutela dell’Ambiente proprio a garanzia della vita e della salute umana. Stefano Rodotà è stato mentore e difensore della Costituzione e dei diritti. Il giurista ha fatto conoscere all’Italia il concetto giuridico di bene comune e ha spiegato come questo sia connesso alla difesa dell’Uomo, partendo dall’Ambiente e dai nostri tesori naturali. 

“Se il concetto di bene comune è entrato nel dibattito pubblico ed è progressivamente diventato un patrimonio collettivo, come ha dimostrato il grande successo del referendum per l’Acqua pubblica, lo dobbiamo soprattutto allo straordinario lavoro del professor Rodotà che ha fornito a tutti noi che difendiamo l’ambiente e il diritto delle future generazione ad avere almeno ‘tanta natura’ quanta ne abbiamo avuta, strumenti giuridici solidi ed efficaci” dichiara il presidente WWF Donatella Bianchi nel ricordo dedicato al Professore Stefano Rodotà, scomparso ieri nel tardo pomeriggio. Per ricordare Stefano Rodotà  il WWF pubblica un video (qui) in cui il professor parla del concetto di beni comuni in relazione alle aree protette, realizzato in occasione di una iniziativa organizzata a Fontecchio da Mountain wilderness, WWF, Italia nostra, Federazione ProNatura, Ct, Lipu, Touring club italiano in collaborazione con il Comune di Fontecchio per contribuire a rilanciare il ruolo centrale e strategico dei parchi e delle aree protette. “C’è una relazione fra il parco e una serie di diritti fondamentali delle persone, da quelli che riguardano la tutela dell’ambiente, da quelli che riguardano la salute delle persone da quelli che riguardano il modo in cui ciascuno di noi costruisce la propria personalità… Una delle caratteristica del bene comune è quella di ritenere che esistono dei beni ai quali possiamo accedere senza la mediazione del denaro, e quindi sono dei beni che in qualche modo individuano il nostro modo di essere cittadini”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: