Borsacchio: 4 associazioni disponibili a gestire la Riserva naturale

Roseto degli Abruzzi (Te). Istituita a febbraio 2005, la Riserva regionale del Borsacchio non è mai stata gestita dall’amministrazione comunale priva, ancora oggi, del Piano di gestione. Attività, eventi e perfino interventi di piccola manutenzione, per 12 anni sono stati garantiti senza nessun contributo pubblico, ma solo grazie alla fruttuosa collaborazione dei volontari WWF, Legambiente, Italia nostra e Comitato per la riserva Borsacchio.

L’Istituto abruzzese aree protette e il WWF gestiscono già 6 riserve regionali in Abruzzo e febbraio 2016 indirizzano al Comune di Roseto una manifestazione d’interesse a collaborare nella gestione della Riserva del Borsacchio. L’amministrazione preferisce affidare la gestione ad altri, ma oggi la proposta viene ripresentata, dopo un anno e mezzo di proficuo commissariamento che porta alla nascita di un Comitato di gestione, alla definizione degli strumenti operativi di accesso a fondi per sviluppo e tutela del territorio, alla elaborazione di un progetto di gestione pilota e all’avvio del corso per formare delle guide del Borsacchio. nella riserva, da oltre un decennio, le associazioni continuano, senza contributi pubblici, ad organizzare iniziative come Spiaggia pulita, Tutti insieme per il Borsacchio, Sulle tracce dell’Elmo ostrogoto, Camminiamo nel Borsacchio, Passeggiate in riserva, Cori alla Luna nella riserva Borsacchio, Tutti i colori per il Borsacchio, Tutti i colori del gusto, Riserva del Borsacchio oasi WWF per un giorno. Giornate di pulizia del litorale, osservazioni e censimenti floro-faunistici, serate enogastronomiche e incontri musicali, grazie al gruppo di ambientalisti, non sono mai mancate nella riserva del Borsacchio, priva di gestione e pianificazione, ma con un calendario che non ha nulla da invidiare a quello di tante riserve regionali finanziate con fondi pubblici. Il 12 giugno le 4 organizzazioni ecologiste, con l’appoggio dei giovani rosetanti neonate guide del Borsacchio, hanno dato al sindaco di Roseto, Sabatino Di Girolamo, la disponibilità a gestire la riserva. Le associazioni hanno invitato il primo cittadino ad un confronto pubblico per discutere la proposta di collaborazione nella gestione, il futuro del Borsacchio passa inevitabilmente per quanti a Roseto si sono impegnati da sempre per la nascita e la difesa di questo tratto di costa.

mariatrozzi77@gmail.com