Skip to content

Scuole Masciangioli e Collodi da Settembre nei Musp

Sulmona (Aq). Spera che non ci siano altri intoppi per l’anno scolastico 2017/2018, il sindaco Annamaria Casini annuncia che, da settembre, le lezioni per gli alunni della scuola d’infanzia Collodi e della scuola primaria Luciana Masciangioli si svolgeranno nei Moduli ad uso scolastico provvisori da installare nella ex caserma Cesare Battisti. Questo per avviare i lavori di messa in sicurezza nella scuola di viale Mazzini.

Pubblicato il 12 giugno, le aziende hanno 15 giorni di tempo (27 giugno) per rispondere all’avviso di gara: determina per il noleggio (fornitura, trasporto, montaggio e smontaggio finale) dei Musp.

La battaglia dei genitori per le scuole comunali. É una lunga battaglia quella condotta, in questi mesi, dai genitori dei piccoli alunni che dal terremoto del 24 agosto 2016 e nel corso dello sciame sismico che ha fatto tremare la valle Peligna, hanno chiesto più volte maggior sicurezza per i loro figli a lezione in edifici scolastici con un basso indice di vulnerabilità. Novembre scorso i famigliari dei giovani alunni erano scesi in piazza per manifestare le loro preoccupazioni sulla sicurezza degli edifici scolastici anche perché delle 16 scuole comunali solo 3 risultavano a norma.  Per questo il sindaco ha disposto la sistemazione di alcune classi al pian terreno degli edifici vulnerabili e altre sono state trasferite in strutture scolastiche più sicure. I piccoli dell’asilo sono stati sistemati in alcuni oratori parrocchiali. Tutto in attesa dei moduli scolastici provvisori e di una sistemazione dei locali della ex caserma di porta Napoli che, abbandonata dal 2013, richiede lavori di risistemazione, pulizia e interventi per l’allaccio dei servizi. I Musp sarebbero dovuti arrivare a gennaio, ma l’unica cosa che si è mossa in quel mese è stata la terra. Nemmeno a dirlo, in una sola giornata 3 impressionanti scosse hanno messo in agitazione le famiglie dei ragazzi, per giorni le scuole sono rimaste chiuse per le abbondanti nevicate. Sul Mercato elettronico della pubblica amministrazione poi la gara sarebbe dovuta partire a marzo, ma è andata deserta ed è stato anche necessario aggiornare la determina per indire il bando vero e proprio rispettando le nuove disposizioni del codice degli appalti. A frequentare i locali del pian terreno della Masciangioli, quest’anno, sono rimaste solo 3 classi tutte sistemate al  piano terra per alleggerire la struttura con gli altri piani chiusi e vuoti. I genitori si augurano davvero che sia la volta buona  e che da settembre i loro ragazzi stiano davvero al sicuro nei Musp, alloggiati nella ex caserma Battisti. Parliamo di intere generazioni: 1290 studenti di cui 550 delle scuole medie, 420 delle elementari e 320 delle materne.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: