Ancora Intrusi al de Nino Morandi, inagibile e sequestrato. Nessuno interviene

Sulmona (Aq). La prima parla al telefono, gli altri sorridono quando escono dall’apertura ricavata dalla grata, tra le inferriate dell’Istituto De Nino Morandi. Per loro è un gioco violare, fare qualcosa di proibito, ma quanto costerà questo loro divertimento? Hanno fatto come tanti altri piccoli curiosi prima di loro superando la recinzione della scuola su via Bafile e si sono intrufolati nell’edificio inagibile e sequestrato da anni, tranquillamente, forse hanno anche sottratto qualcosa dai locali. 

Speriamo non accada nulla di grave ai ragazzi che entrano furtivamente nella scuola oggetto d’indagine sulla ricostruzione perché l’edificio era da mettere in sicurezza dopo il terremoto del 2009. Dopo alcune denunce, nel corso dell’intervento, risultò che i lavori non erano conformi a quanto prescritto e progettato. La struttura è in mano a chiunque da tempo e qualcuno potrebbe farsi male lì dentro. Sono appena cominciate le vacanze e in 4 ieri si sono divertiti nella scuola. Una punizione esemplare? Di questi tempi, qualche genitore sarebbe capace persino di fare i complimenti al proprio figlio per un fatto del genere. Comunque, il video con i ragazzini che escono dalla scuola è finito dritto ai Carabinieri e speriamo che qualcuno intervenga questa volta. In 4, un ragazzino e 3 bambine sono entrati nella struttura oggi, dopo le ore 20, violando un’area ancora posta sotto sequestro. L’ultima intrusa, si nota dalle immagini del video, esce dal recinto e tiene la mano sul petto come se nascondesse qualcosa che le sta per cadere. Sa di essere ripresa dalla telecamera la ragazza. Così, prima di lei, la più piccolina del gruppo che, sulle spalle, ha uno zaino pieno e pesante, insomma, bello carico. Devono abitare non tanto lontano dalla scuola questi bambini, sono di certo del posto, anche perché sono tutti minorenni e sono usciti dall’edificio all’ora di cena. Quando qualcuno finirà di stare zitto, quando qualcun altro la smetterà con la politica dell’orticello e delle promesse da marinaio, per poi fare marcia indietro, sarà troppo tardi e il recupero dell’edificio scolastico, inclusi i lavori di riparazione di tutti i danni fatti all’interno in questi anni, costeranno un occhio della testa all’intera comunità.

mariatrozzi77@gmail.com

Galleria foto di S. P. e L. C.

Questo slideshow richiede JavaScript.