Skip to content

Stop al presidio, salvi i lavoratori della coop Satic

​Sulmona (Aq). Firmato l’accordo politico tra sindaco, Annamaria Casini, assessore regionale Andrea Gerosolimo, i sindacalisti Anthony Pasqualone (Cgil) e Nicola Cieri (Uil) e il presidente della cooperativa sociale Satic srl.  La firma fa seguito all’incontro di ieri sera con lavoratori della Satic che hanno interrotto oggi il presidio, riconsegnando l’aula consiliare  al presidente del consiglio comunale, Katia Di Marzio. per bocca dell’assessore alle aree interne, la Regione dovrebbe fare la sua parte nell’interesse dei lavoratori e dei cittadini.

Aggiornamento

L’accordo prevede l’impegno del sindaco a dare indirizzi agli uffici affinché nei bandi di gara vengano inserite  le disposizioni in materia di tutela occupazionale previste dalla legge regionale del 21 aprile 2017 n. 27 e in particolare la clausole sociali (art. 3 della legge stessa) che prevedono il completo riassorbimento con priorità dei lavoratori del precedente appaltatore dediti da diversi anni al servizio (prima di procedere ad eventuali ulteriori assunzioni) ancorché il servizio e, conseguentemente i contratti, siano stati sospesi e/o interrotti, compatibilmente con la normativa vigente. Il Comune di Sulmona nella persona del sindaco assume formale impegno, nell’ambito delle proprie competenze a impartire specifiche direttive agli uffici competenti affinché le procedure di gara vengano espletate nel minor tempo possibile, per evitare disagi al funzionamento dell’apparato amministrativo, lo stesso manifesta l’intento di restare al fianco dei lavoratori della Satic garantendo i loro livelli occupazionali. Le organizzazioni sindacali Cgil e Uil e il sindaco s’impegnano a mantenere costantemente aperto il tavolo di concertazione per garantire un proficuo confronto, con la partecipazione attiva  dell’Assessore regionale Gerosolimo e dei dirigenti di competenza. Le parti, inoltre, con l’ausilio della Regione, si attiveranno per la verifica dell’utilizzo di ammortizzatori sociali a sostegno del reddito dei lavoratori interessati alla vertenza. Le parti concordano, infine, che il verbale verrà trasmesso alla Prefettura dell’Aquila, ferma restando l’opportunità riconosciuta a ciascuna delle parti di richiedere apposito incontro successivo alla Prefettura stessa, ove necessari.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: