Skip to content

Società marsicana evade 15 milioni di euro

L’Aquila e provincia. La Compagnia della Guardia di finanza di Sulmona ha concluso un’attività di polizia tributaria nei confronti di una società di capitali operante nella Marsica in vari settori commerciali, che non ha adempiuto agli obblighi previsti dalla normativa fiscale evadendo 15 milioni di euro.

Il legale rappresentante della società è stato denunciato all’autorità giudiziaria per violazioni in materia penale-tributaria per aver omesso la presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Imposta sul valore aggiunto e per l’occultamento di documentazione fiscale. Le Fiamme gialle peligne hanno constatato che la società aveva in realtà operato ed effettuato operazioni commerciali, attraverso cessioni di beni e prestazioni di servizi, conseguendo, per gli anni dal 2011 al 2014, ricavi per circa 15 milioni di euro, completamente non dichiarati ed occultati al fisco, evadendo così, totalmente, la tassazione diretta e indiretta. Pur in presenza di una contabilità frammentaria i finanzieri sono riusciti a ricostruire l’intero ciclo delle operazioni di gestione e delle cessioni di beni o prestazioni di servizi eseguite sul territorio regionale, determinando l’effettivo giro d’affari realizzato dall’impresa, nei confronti della quale sono stati constatati ricavi non dichiarati per quasi 15 milioni di euro, un’imposta evasa ai fini Ires per quasi 4 milioni di euro, un’Iva dovuta per oltre 3 milioni di euro ed un’imposta Irap per 700 mila euro (fonte Ansa).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: