Skip to content

Diventare Cittadini Europei : 4 scuole abruzzesi vincono il concorso del Cime e Aiccre

Roma. Ci sono 4 scuole abruzzesi tra le vincitrici del concorso Diventare cittadini europei promosso dal Consiglio italiano del movimento europeo (Cime) e dell’Associazione italiana dei comuni e delle regioni d’Europa (Aiccre), rivolto alle scuole secondarie di I e II grado di tutta Italia impegnate ad elaborare dei temi sull’Europa e i giovani nell’Unione.

Ieri a Roma sono state premiate la scuola media Tinozzi di Pescara, il Liceo scientifico D’Ascanio di Montesilvano, l’Istituto tecnico Tito Acerbo di Pescara e del Liceo Scientifico Da Vinci di Pescara.  i giovani studenti nella sala dei gruppi parlamentari della camera dei Deputati, in rappresentanza degli enti locali, è stata il consigliere della Provincia di Pescara, Annalisa Palozzo, il presidente della commissione esteri Pierluigi Casini, il senatore Renato Brunetta e altri parlamentari e dirigenti. “Iniziative come questa sono importanti per dare voce ai giovani: alle loro idee innovative, riflessioni, critiche e proposte” dichiara la consigliera Palozzo “un’occasione di crescita non solo per i ragazzi ma soprattutto per i rappresentanti delle istituzioni nazionali ed europee che prendono così coscienza del ruolo dell’Istituzione Europea nella vita dei cittadini attraverso gli occhi dei giovani che sono futuri cittadini d’Europa.  Ad esso seguiranno altri incontri e progetti assieme”. Tra i vincitori del concorso  4 scuole abruzzesi premiate per i loro lavori digitali audiovisivi dal segretario regionale dell’Aiccre Abruzzo, Danilo Cavaliere, che ha espresso grande soddisfazione complimentandosi con alunni e insegnanti queste vittorie. L’Aiccre nei prossimi mesi coinvolgerà le scuole vincitrici con l’esposizione dei lavori nell’ambito di un iniziativa di caratura internazionale. Si è parlato anche del ruolo degli enti locali nell’Europa di oggi, ruolo fortemente sostenuto da associazioni come l’Aiccre che lavorano per riportare al centro del dibattito nazionale ed europeo  i territori e che hanno fortemente voluto in questo contesto romano l’Abruzzo presente al tavolo dei relatori. “L’Abruzzo è un esempio di forza e resilienza, dimostrazione di come si debba ripartire dal basso, da piccoli comuni, dalle aree interne che negli ultimi mesi sono quelli che più hanno sofferto e che più hanno dimostrato voglia di ricominciare. Il clima di populismo ed euroscetticismo dilagante è un chiaro segnale che la strada del cambiamento è necessaria: le idee dei giovani e la concretezza dei territori sono la base per ricostruire un’Europa competitiva e forte, proiettata verso il futuro”. A conclusione della manifestazione i ragazzi accompagnati dalle insegnanti hanno visitato la sede dell’Aiccre presso piazza Fontana di Trevi.

Photo Gallery

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: