Social media: pericolo per la lingua o palestra per nuove forme di comunicazione

Sulmona (Aq). I social network Facebook, Whatsapp e via discorrendo sono un pericolo per la lingua, come da qualche parte si paventa oppure costituiscono un potenziale arricchimento e si configurino magari come una palestra per una consapevole diversificazione dei registri? A sciogliere i dubbi sabato, 29 aprile ore 17:30, sarà la professoressa Vera Gheno docente nell’Università di Firenze. 

L’incontro, organizzato dal Centro studi e ricerche Vittorio Monaco, in collaborazione con il polo Scientifico-tecnologico Enrico Fermi, si terrà nella sala conferenze della Comunità montana Peligna. La professoressa Gheno,  gestisce del profilo Twitter dell’Accademia della crusca e interverrà su la Lingua irretita. L’italiano alle prese con nuove forme di comunicazione, suggestivo titolo dei rapporti tra la lingua e i nuovi strumenti di  comunicazione. Presiederà il presidente del Centro studi e ricerche Vittorio Monaco, Bruno Di Bartolo, introdurrà Marco Del Prete, sempre del  Centro studi e ricerche Vittorio Monaco e interverranno Eide Spedicato Iengo, dell’Università Gabriele D’Annunzio Chieti-Pescara e Massimo Di Paolo, dirigente del Polo scientifico-tecnologico Enrico Fermi.

mariatrozzi77@gmail.com