Skip to content

Via Turati, spunta la lettera di D’Alfonso: 500mila euro per l’emergenza, nessuna traccia dei soldi

Sulmona  (Aq). Fine luglio 2015, il sindaco di Sulmona, Peppino Ranalli, riceve una lettera del presidente d’Abruzzo, Luciano D’Alfonso, che annuncia lo stanziamento per Sulmona di una cospicua somma di denaro per superare l’emergenza idrogeologica. Di questa lettera e del contributo non se n’è saputo più niente, praticamente scomparsi, eppure l’impiego tempestivo del denaro stanziato dalla Regione, ai tempi, avrebbe garantito l’intervento su via Turati impedendo così che la città cadesse tanto in basso.

Aggiornamento 1  e 2 

Lettera D’Alfonso a Ranalli su dissesto e finanziamento anche per via Turati

Alberto Di Giandomenico Report-age.com 2014

Alberto Di Giandomenico

La lettera rispunta, dal nulla, a scoprirla è Alberto di Giandomenico. Nella missiva al primo cittadino Ranalli si indica una somma di 500 mila euro e Di Giandomenico interviene sulla vicenda per tentare di chiarire i contorni, sin troppo foschi, di un intervento fantasma chiesto da secoli, supplicato dai residenti e auspicato dall’intera cittadinanza. “Chiediamo se l’attuale amministrazione sia a conoscenza di questa lettera inviata da D’Alfonso al sindaco di Sulmona – Di Giandomenico vuole andare a fondo alla vicenda e chiama in causa anche l’assessore regionale alle aree interne – L’assessore Andrea Gerosolimo può chiarire alcuni aspetti di questo finanziamento che riguarda anche via Turati? Soprattutto, se queste somme sono state messe a disposizione della città, quando partono i lavori per la messa in sicurezza di via Turati. Sull’area restano i problemi perché é trafficata e si è trasformata in un mega parcheggio.  In breve, si sono perse le tracce di mezzo milione di euro, stanziamenti che erano stati attinti dai fondi Pol Fer 2014-2020. grazie alla documentata richiesta di finanziamento del primo cittadino Ranalli che ha progettato un radicale intervento su via Turati per concludere i lavori già partiti sulla Circonvallazione Orientale. A Nord, la strada è ancora da risistemare, dopo il recupero di un’intera area sbranata (a gennaio 2009) dalle frane e vinta dagli smottamenti e dalle voragini. Premesso, siamo a due passi dallo stadio, area sin troppo trafficata per essere così tanto trascurata e sulla scia dello slogan coniato dai residenti è proprio il caso di ribadire: “Da via Turati a via Franati”.

mariatrozzi77@gmail.com

1 commento »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: