Skip to content

Senza preavviso banditi cicli e motocicli dalla SP44. La messa in sicurezza non richiede spese eccessive

Provincia di Pescara. La strada provinciale 44 è stata improvvisamente chiusa, la celerità nel piantare i cartelli di divieto d’accesso fa da contraltare alla lentezza nel mettere in sicurezza i tratti stradali di competenza dell’ente territoriale. Così, la scorsa fine settimana senza preavviso per gli amministratori locali e i residenti, cicli e motocicli sono stati banditi dalla provinciale 44 e sulla rugosa lingua d’asfalto il limite di velocità per i veicoli a motore è ridotto a 30 km/h.

Pescara, provinciale chiusa strada 44 Cepagatti Report-age.com 2017Non è completamente fuori uso la provinciale 44, di certo ha bisogno di una risistemata, il punto critico da mettere in sicurezza è individuato, dal consigliere provinciale Annalisa Palozzo, in prossimità del ristorante La nuova paesana. Ciò non spiega la chiusura sull’intera strada. Nell’assise provinciale si procede all’inserimento, nel Piano triennale (annualità 2017) uno stanziamento di 1 milioni 280 mila euro per la messa in sicurezza delle strade attraversate dal Giro d’Italia (regionali 539- 487, strade provinciali 58- 60- 64). Palozzo non può che cogliere l’occasione proponendo di destinare alla provinciale 44, i ribassi d’asta e di economie da riaccertare una volta conclusi i lavori sulle strade in rosa. Proposta inaccettabile perché il finanziamento Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) è vincolato che rende però possibile alla consigliere provinciale di introdurre il discorso sulla chiusura della sp 44. Chiusa il fine settimana alla circolazione di motociclette e biciclette, la provinciale 44 è diventata una vera e propria preoccupazione. Poca manutenzione sulla strada ma invece di contenere i disagi vengono esasperati con l’amministrazione provinciale pronta a chiudere senza nemmeno un preavviso. “Non potevo esimermi dal parlare della grave limitazione imposta sulla sp 44 – interviene Palozzo – la strada è stata chiusa nel week end ai cicli e motocicli e con limitazione ai 30 km orari per gli altri veicoli. Ho approfittato del tema del Giro d’Italia, evento che siamo orgogliosi di ospitare anche in alcuni comuni del pescarese, per cercare di trovare una soluzione finanziaria che permettesse di tornare al normale transito sulla provinciale 44 garantendo la sicurezza ai cittadini. La sp 44 è un luogo d’interesse per gli appassionati di ciclismo e motociclismo, per gli sportivi, ma anche per tutte le attività commerciali e industriali presenti nel tracciato”. Per la messa in sicurezza della provinciale 44, Palozzo ha sollecitato il dirigente a una verifica sulla possibilità di utilizzare somme da residui di bilancio. La spesa non è eccessiva per riportare ad una condizione di sicurezza il tratto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: