Skip to content

Appennino Ecosistema rilancia il Parco nazionale Velino Sirente. A capo dell’Associazione 2 donne

L’Aquila. Due donne al vertice dell’associazione Appennino ecosistema riunita nel Capoluogo di regione per nominare i nuovi responsabili e rilanciare l’istituzione del Parco nazionale Velino Sirente, oggi parco di rango regionale. 

Nel corso dell’assemblea annuale, il 1° aprile l’associazione Appennino ecosistema ha rinnovato i suoi organi eleggendo come presidente Maria Di Gregorio, storica attivista del Club alpino italiano (Cai) e guida ambientale escursionistica dell’Associazione italiana guide ambientali escursionistiche (Aigae) di Pescara e come direttore l’aquilana Martina Cervella, dottore in Scienze ambientali. Lasciano i loro incarichi direttivi, dopo un anno di intensa attività, l’ecologo aquilano Bruno Petriccione e l’abruzzese di adozione, ma inglese di origine, Sarah Gregg. L’associazione che conta circa 150 soci ha deciso di rilanciare la campagna per l’istituzione del Parco nazionale del Velino Sirente e le connesse azioni per contrastare i ripetuti tentativi di ridurre la superficie dell’attuale Parco regionale Sirente. Il gruppo avvia una nuova campagna per l’effettiva tutela delle aree della Rete Natura 2000 dell’Unione europea in Abruzzo per agire con forza perché il pacchetto di interventi approvati dalla Regione per la tutela e il rilancio del Parco nazionale del Gran Sasso sia tradotto in fatti concreti entro il 2017. “Tutte le azioni saranno condotte, come nel primo anno di attività dell’associazione, con rigore scientifico e su solide basi giuridiche, perché le normative europee, nazionali e regionali siano rispettate ed attuate fino in fondo da tutte le pubbliche amministrazioni responsabili” chiarisce in una nota l’associazione ecologista.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: