Skip to content

L’ora della Terra ‘Spegnere le luci un’ora per salvare il Pianeta e riaccendere l’Abruzzo’

Alla vigilia dell’Ora della Terra, Earth hour, sono centinaia le adesioni in Abruzzo per la più grande mobilitazione globale per la lotta al cambiamento climatico che da 11 anni impegna con efficacia il WWF internazionale. In Abruzzo è davvero grande la partecipazione dei comuni della Marsica, città come Avezzano e Celano sono già pronte. All’Aquila sono in prima linea. A non far fare brutta figura alla valle Peligna ci pensa fortunatamente Pacentro. Per la valle del Sagittario partecipa ad Earth hour l’ambientalissima Anversa degli Abruzzi che per l’evento mette in campo, da tempo, innumerevoli iniziative, domani all’Oasi Gole del Sagittario.

Domani, sabato 25 marzo alle ore 20.30 le luci si spegneranno per un’ora in migliaia di città nel mondo. La partecipazione all’iniziativa si fonda sulla semplicità, ma al tempo stesso sulla significatività di un gesto: spegnere la luce di una casa, un edificio, un monumento, l’illuminazione di una strada o di un luogo, partecipando così ad un’iniziativa di forte valenza simbolica per rendere esplicita la volontà di sentirsi uniti in una sfida globale. Ad oggi sono oltre 40 le realtà abruzzesi in cui si celebrerà l’Ora della Terra. Si spegneranno le luci del Castello Aragonese di Ortona (Ch), della Terrazza panoramica di Silvi (Te), della facoltà di Scienze umane all’Università dell’Aquila, della Domus romana di San Benedetto dei Marsi (Aq), di tutto il centro storico di Vasto (Ch), dell’abbazia di San Giovanni in Venere a Fossacesia (Ch) e continuano ad arrivare le adesioni da tutto l’Abruzzo. Tantissimi gli eventi e le iniziative in programma: l’osservazione delle stelle a Montorio al Vomano (Te), l’aperitivo a lume di candela a Borrello (Ch) e ad Atri (Ch) dove si terrà anche una lezione di storia dell’illuminazione dai romani fino ai giorni nostri, una visita guidata alla Torre di Cerrano e al museo del Mare a Pineto (Te), un intero pomeriggio di giochi, proiezione di film e visite all’Oasi delle gole del Sagittario ad Anversa degli Abruzzi (Aq), una mostra fotografica all’Oasi WWF del Lago di Serranella, la proiezione del film Before the flood – Punto di non ritorno a Lanciano (Ch), la distribuzione di un vademecum sul risparmio energetico realizzato dai ragazzi delle scuole di Tollo, la pulizia di un tratto di spiaggia a Pescara e tanto altro ancora. Tutti i Comuni aderenti e gli eventi organizzati si trovano, in costante aggiornamento, sul sito Ora della Terra. “L’Ora della Terra simbolicamente dura 60 minuti – dichiara Dante Caserta, vicepresidente del WWF Italia – ma in realtà deve protrarsi durante tutto l’anno. Cittadini, istituzioni e aziende possono fare veramente tanto per contribuire alla lotta ai cambiamenti climatici. Gli Amministratori comunali possono adottare pratiche di buon governo delle città per la mitigazione e per l’adattamento ai cambiamenti climatici ormai in atto. Si deve passare dalle parole ai fatti: risparmio energetico, servizi pubblici di trasporto, diffusione dell’uso della bicicletta, pianificazione territoriale attenta alle risorse. Sono tantissimi i settori su cui i Comuni possono intervenire per migliorare la vita dei loro concittadini e di tutti gli abitanti del Pianeta attraverso scelte di sostenibilità”. “Non a caso, in occasione di questa edizione dell’Ora della Terra, abbiamo voluto rafforzare a livello regionale l’accordo nazionale tra il WWF e l’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) – aggiunge Luciano Di Tizio, delegato WWF Abruzzo – Le realtà locali possono svolgere un ruolo importantissimo per la tutela dell’ambiente e del territorio e quest’anno l’Ora della Terra, nella nostra regione, ha assunto un valore particolare. Dopo i tanti problemi vissuti negli ultimi mesi abbiamo voluto puntare fortemente sull’adesione delle comunità locali, aggiungendo alla campagna nazionale uno slogan specifico Spegnere le luci per un’ora per salvare il Pianeta, spegnere le luci per un’ora per riaccendere l’Abruzzo” 

Adesioni in Abruzzo all’edizione 2017 dell’Ora della Terra

(aggiornato alle 11.30 di venerdì 24 marzo) 

Provincia di L’Aquila

L’Aquila (Università)

Parco regionale Sirente-Velino

Oasi WWF Gole del Sagittario

Aielli

Alfedena

Anversa degli Abruzzi

Avezzano

Celano

Collarmele

Gioia dei Marsi

Luco dei Marsi

Magliano dei Marsi

Pacentro

Pescina

Rocca di Mezzo

San Benedetto dei Marsi

Scurcola marsicana

Trasacco

Provincia di Teramo

Area Marina Protetta Torre di Cerrano

Oasi WWF dei Calanchi di Atri

Teramo

Atri

Bellante

Campli

Cortino

Montorio al Vomano

Mosciano Sant’Angelo

Giulianova

Pineto – Villa Filiani

Roseto degli Abruzzi

Silvi

Provincia di Chieti

Oasi WWF del Lago di Serranella

Oasi WWF delle Cascate del Rio Verde

Casoli

Fossacesia

Francavilla al Mare

Lanciano

Lentella

Ortona

Sant’Eusanio del Sangro

Tollo

Vasto

Provincia di Pescara

Pescara

Spoltore

Oasi WWF del Lago di Penne

 

 

Info: tel. 3921813355

Sul sito www.oradellaterra.org si possono trovare materiali, video e informazioni sull’evento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: