Skip to content

Forza Italia Sulmona: sabato e domenica Security day

Sulmona (Aq). Forza italia Sulmona aderisce alle iniziative promosse a livello nazionale per il Security day (#SecurityDay), per mettere al centro dell’attenzione i delicati temi della sicurezza e dell’immigrazione e fare in modo che si trovino soluzioni per far sentire i cittadini sicuri e protetti.

Sabato e domenica prossimi, 25 e 26 marzo, Forza Italia illustrerà le politiche sulla sicurezza del prossimo programma elettorale allestendo a piazza del Carmine il gazebo con il materiale informativo, a due passi dalla piazza del mercato che sabato sarà in pieno svolgimento. Dalle ore 10.30 alle 13 nella giornata di sabato e domenica gli esponenti locali di Forza Italia saranno impegnati nella campagna d’informazione ai cittadini per l’intera giornata.

Senza sicurezza non c’è libertà ..di movimento per quanti, non solo ambientalisti, viaggiano in treno e lo preferiscono all’auto e vorrebbero spostarsi utilizzando con tranquillità le rotaie. Sulmona purtroppo paga pegno nella crisi e nel mirino dell’ennesima riforma che razionalizza a danno dei meno ambienti, decimando servizi indispensabili nell’entroterra, finisce anche il presidio di polizia della stazione ferroviaria ormai prossimo alla chiusura. Le volanti di pattuglia dovrebbero sostituire il servizio di sicurezza garantito dalla Polfer, ma a quanto pare ce n’è una sola di volante a disposizione per l’intera città e se la pattuglia è impegnata altrove sono guai. Lo scalo ferroviario sulmonese è il secondo in Abruzzo, uno snodo importantissimo per le comunicazioni e i trasporti sostenibili, con 78 treni di passaggio ogni giorno. Tante partenze in valle, lavoratori pendolari e giovani impiegati fuori dalla città e all’estero viaggiano in treno e ancora tanti sono gli arrivi. Anche perché il capoluogo peligno non è solo la città dei confetti, la patria di Ovidio Nasone, poeta latino di cui quest’anno si celebra il Bimillenario dalla morte, ma con l’intero comprensorio garantisce accoglienza a centinaia di richiedenti asilo e migranti ospitati anche nelle strutture cittadine e queste persone non sono auto munite, spesso si muovono proprio e solo grazie al treno. Soprattutto, la città è sede di uno dei carceri più grandi della Regione, un penitenziario ad alta sicurezza con centinaia di detenuti che le famiglie non abbandonano. A questo si aggiungono i viaggi sulla cosiddetta linea turistica che nel week end spesso fa strada alle carrozze storiche con migliaia di turisti diretti nelle località montane dei parchi, della Sulmona Carpinone, la Transiberiana D’Italia che fa scalo nella città dei confetti. Sulmona di fatto è la porta dei parchi abruzzesi. Il connubbio Natura e Treno è una delle poche speranza si rilancio turistico per un territorio fortemente depresso. Il venir meno di un presidio di sicurezza come la Polfer non giova di certo alle iniziative e agli sforzi messi in campo per resistere e magari risollevare l’economia dell’area.

I primi di marzo il governo nazionale ha varato 2 decreti sulla sicurezza in materia di migrazione e sicurezza urbana, Forza Italia ha elaborato delle proposte che farà conoscere nel dettaglio alla cittadinanza, questa fine settimana, con il gazebo a piazza Carmine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: