Skip to content

Droga alla Pescara bene, arrestato pluripregiudicato. Violenza di genere, ordinanza di custodia eseguita all’Aquila

Pescara. I. C. 58enne pluripregiudicato, residente a Villa Raspa di Spoltore (Pe), è stato arrestato il 21 marzo a sera dai Carabinieri di Pescara.

Nel quartiere Rancitelli i militari del Nucleo investigativo del reparto operativo hanno notato il pregiudicato intrattenersi con una giovane pregiudicata del luogo. Il 58enne è sottoposto alla detenzione domiciliare, ma con permesso di assentarsi per esigenze terapeutiche martedì e giovedì in fascia oraria pomeridiana. La circostanza configura di per sé il reato di evasione, consentiva di sviluppare una perquisizione personale e domiciliare nel corso della quale sono stati trovati 3 involucri in cellophane contenenti complessivi 800 grammi di sostanza stupefacente tipo cocaina; 2 involucri in cellophane contenenti complessivi 100 grammi di sostanza stupefacente tipo eroina pressati da 2 morsetti artigianali; 1 bilancino di precisione; contanti per 7 mila 450 euro probabile provento di spaccio, 3 smartphone e degli appunti di interesse investigativo. L’analisi della qualità della sostanza stupefacente e degli elementi investigativi raccolti nel corso della operazione potrebbero aprire nuovi scenari investigativi inerenti la rete di spaccio pescarese, l’arrestato è considerato dagli inquirenti un punto di riferimento, ultimamente, di particolare spregiudicatezza e capacità delinquenziale.


Violenza di genere e maltrattamenti, ordinanze di custodia eseguite oggi  

L’Aquila. Liti frequenti in un condominio seguite da veri e propri maltrattamenti e atti persecutori nei confronti di una coppia di anziani, in precario stato di salute. Destinatario della prima ordinanza di custodia cautelare, agli arresti domiciliari con prescrizione del braccialetto elettronico, è un 50enne aquilano. L’uomo si è reso responsabile di percosse e lesioni, nonché atti persecutori, nei confronti dell’anziana coppia. La Squadra Mobile della Polizia dell’Aquila ha eseguito oggi anche un altro provvedimento. A conclusione di un’indagine per maltrattamenti familiari, è stato notificato ad un 40enne aquilano l’ordinanza di custodia cautelare di allontanamento dalla casa familiare. L’uomo, dedito all’abuso di sostanze alcooliche, dal dicembre 2016, ha sottoposto la moglie a minacce, ingiurie, insulti e percosse, spesso seguite da lancio di oggetti, azioni commesse anche in presenza dei 3 figli minori della coppia. La donna più volte è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari del locale nosocomio senza mai denunciare il coniuge per vergogna e timore, finché, spaventatasi dopo l’ennesima lite, ha trovato il coraggio di richiedere l’intervento e l’aiuto della Polizia.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: