Skip to content

Piano faunistico venatorio regionale, convenzione con Ispra per le linee guida

Pescara. Convenzione stipulata tra la Regione e l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), per le linee guida nella redazione del Piano faunistico venatorio regionale che, più volte modificato, risale al 1992.

Dino Pepe Report-age.com 2014

Dino Pepe

Il piano faunistico venatorio è uno strumento di programmazione differenziata del territorio per fini venatori che da 25 anni, salvo alcune modifiche proposte dalla province, non ha mai avuto una revisione organica. “Oggi il patrimonio faunistico è profondamente cambiato rispetto al 1992, ad esempio per gli ungulati e in particolare i cinghiali, quindi è necessaria l’approvazione di un nuovo piano” dichiara l’assessore regionale alle politiche agricole, Dino Pepe. Coordinamento del gruppo di lavoro per redigere il piano e supporto per la Vas, Valutazione ambientale strategica, sono tra gli aspetti disciplinati in convenzione oltre alla redazione delle carte di vocazione faunistica per le specie presenti sul territorio comunale (ungulati, lepre, starna, fagiano, quaglia beccaccia, coturnice, allodola, lupo e orso), all’elaborazione delle linee d’indirizzo per la specie d’interesse gestionale, alla redazione della cartografia per i comprensori faunistici dove localizzare gli Ambiti territoriali di caccia (Atc) e le linee d’indirizzo per gli Atc sulle attività che andranno a svolgere sia in campo faunistico che gestionale degli istituti di protezione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: