Skip to content

Prende a martellate la direttrice dell’ufficio postale a Lecce nei Marsi. Arrestate 2 giovani ad Avezzano

Marsica. Pagina di cronaca nera piena piena per la Marsica, Polizia e Carabinieri sono stati impegnati, in queste ore, su tutti i fronti, dalle aggressioni ai furti e nelle operazioni di controllo per la prevenzione dei reati.

A Lecce nei Marsi (Aq), finisce in manette per tentato omicidio e lesioni personali aggravate, C. D. F. marsicano 63enne nato e residente a Lecce nei Marsi.

Nel primo pomeriggio, mentre la direttrice dell’ufficio postale stava per chiudere i locali, il 63enne si è avvicinato alle spalle della donna e l’ha colpita 2 volte alla testa con un martello. Un impiegato dell’ufficio ha tentato di disarmare il pensionato, rimediando anche lui una martellata in testa. Immediato l’intervento dei militari delle stazioni di Gioia dei Marsi e Ortucchio, e successivamente anche una pattuglia del Radiomobile di Avezzano è giunta rapidamente sul posto sul posto. L’aggressore è stato bloccato, non ha opposto resistenza ed è stato dichiarato in arresto per tentato omicidio e lesioni personali aggravate. La direttrice e l’impiegato sono stati medicati al Pronto soccorso  e dimesse con una prognosi di rispettivamente 15 e 5 giorni. L’arrestato è stato tradotto presso il carcere San Nicola a disposizione della procura della Repubblica presso il tribunale di Avezzano.

Ad Avezzano (Aq) la Polizia arresta 2 giovani di etnia Rom nel pomeriggio, l’accusa è di furto aggravato per le donne, provenienti da Roma, di cui una minorenne.

Alle ore 13.10, la richiesta di aiuto raggiunge la centrale operativa. Un cittadino segnala delle personeintente a commettere un furto in un appartamento. La Squadra volante del commissariato di Avezzano interviene e blocca le 2 giovani mentre escono dall’abitazione, per fuggire con diversi preziosi, per un valore di circa 2 mila euro. La minuziosa attività d’indagine condotta dagli operatori del Settore anticrimine, permettere di accertare che le ragazze sono autrici di altri 2 furti, uno messo a segno in mattinata e l’altro il 24 febbraio.  Le due donne sono state tradotte una nelle sezione femminile del carcere di Castrogno, a Teramo, la minore in una struttura di prima accoglienza dell’Aquila. Proseguono le indagini della polizia per verificare se le ladre arrestate abbiano commesso altri furti nel capoluogo marsicano. 


Controllo straordinario a Celano (Aq). Nel comprensorio del Comune marsicano, dopo una decina di furti in abitazione che hanno generato allarme sociale, le richieste di maggiori controlli sul territorio non sono staste disattese. Il Comando provinciale Carabinieri dell’Aquila ha infatti disposto una fitta rete di controlli, a tutto campo, per la prevenzione dei reati in generale e per il controllo della circolazione stradale e dei soggetti sottoposti agli arresti domiciliari e ad altre misure amministrative di sicurezza e per il controllo degli esercizi pubblici. Schierati sul campo, dalla Compagnia di Avezzano e dalle altre articolazioni del Comando Provinciale, i Carabinieri forestale della stazione di Celano e gli agenti della Polizia locale, preziosi nel supporto fornito. Presidiati e controllati i punti critici di Celano, nell’arco di 24 ore, si è proceduto anche a controlli specialistici con personale del Nucleo operativo ecologico (Noe), del Nucleo antisofisticazioni e sanità (Nas) di Pescara. le unità antidroga del Nucleo cinofili di Chieti e personale dell’Ispettorato del lavoro dell’Aquila. Nelle ultime 2 settimane sono oltre 150 i mezzi controllati, oltre 250 le persone, italiani e stranieri, controllate, 4 i veicoli sequestrati e 7 le contravvenzioni elevate, 2 esercizi pubblici sono stati segnalati alla Asl e oltre 100 i militari impegnati nelle attività.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: