Coltiva in casa la marijuana, arrestato

Pescara. Arrestato M. V. 28enne di origini napoletane, domiciliato a Torrevecchia Teatina (Ch),  sino a ieri incensurato lavora come operaio edile. L’accusa di cui dovrà rispondere il giovane è detenzione, a fini di spaccio, di sostanze stupefacenti.

Dopo essere venuti a conoscenza che il giovane coltiva marijuana, piantata e fatta crescere all’interno del suo appartamento, ieri sera i Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Pescara sono intervenuti e hanno perquisito l’abitazione del ragazzo. All’interno della cucina hanno rinvenuto circa 150 grammi della droga leggera contenuta in diversi vasetti, quindi pronta per essere spacciata e l’immancabile bilancino di precisione. In un’altra stanza, invece, i militari dell’Arma hanno trovato attrezzatura idonea alla coltivazione delle piante: condotti di areazione, lampade alogene, fertilizzanti vari e materiale per la cura delle stesse. Le pareti sono state ricoperte da materiale in poliuretano per l’isolamento degli ambienti necessario a mantenere costante la temperatura nel locale. Infine sul pianerottolo dell’appartamento, i militari dell’Arma hanno rinvenuto 3 sacchi di grande dimensione con residui di terriccio, radici e parti di stelo di piante di marijuana. Non è stato recuperato alcun seme della pianta, sintomo che il giovane non ha a disposizione altri spazi per piantarla e che già aveva consumato i semi a disposizioni per la coltivazione indoor. Il napoletano è stato tratto in arresto e tradotto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa di udienza di convalida.

Coltivatore di marijuana 2.0