Skip to content

Mattatoi clandestini e carni non rintracciabili nel mirino dei Nas di Pescara

Multe per 15 mila euro nei 10 allevamenti abruzzesi controllati dal Nucleo anti sofisticazione (Nas) dei Carabinieri di Pescara guidato dal maggiore Domenico Candelli. Impegnati nella tutela della salute i militari dell’Arma hanno scoperto un mattatoio clandestino, capi di bestiame di provenienza sconosciuta e hanno sequestrato quasi 7 quintali di carni lavorate, forse fresche.

Nas carne 'fresca' Report-age.com 25.2.2017Nel mirino dei Nas gli operatori della filiera della carne. In provincia dell’Aquila è stato scoperto un laboratorio clandestino in cui si sezionavano e lavoravano carni, senza autorizzazioni. Nello stabile in cui si macellavano animali, i carabinieri hanno recuperato e sequestrato 400 kg di carni pronte per essere commercializzate nelle località a maggiore affluenza turistica. Il responsabile dell’attività è stato segnalato alle autorità giudiziaria e sanitaria. Consultato la Banca dati nazionale informatizzata che raccoglie tutte le aziende del territorio, l’identità degli animali e i loro movimenti, i militari hanno verificato altri allevamenti zootecnici sottoponendo a vincolo sanitario 64 animali, fra ovini e bovini, privi di marchi auricolari di identificazione. In un allevamento, i militari hanno individuato un locale per il deposito di carni bovine, lavorate, non in regola dal punto di vista amministrativo dove erano in fase di stagionatura circa 300 kg di insaccati privi d’informazioni per la rintracciabilità, anche questi prodotti, come gli altri sequestrati sono stati vincolati sanitariamente. Inadeguatezze nelle procedure di rintracciabilità dei mangimi i Nas hanno riscontrato ispezionando altri 2 allevamenti, segnalando il caso all’ Azienda sanitaria locale aquilana. É di circa 1 milione e 300 mila euro il valore degli immobili e del bestiame vincolato.

Video operazione dei Nas

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: