Skip to content

Parchi giochi chiusi senza un custode. Salvati sollecita il sindaco: installate l’altalena per disabili acquistata da un anno

Sulmona (Aq). Annuncia che ha protocollato una lettera e che si dissocia fortemente da “questo immobilismo” il consigliere comunale Roberta Salvati scrive: “Essere indifferenti equivale ad essere complici” e sollecita l’apertura dei parchi giochi cittadini vecchi e nuovi, chiede la realizzazione di altre aree per i bimbi e soprattutto l’installazione dell’altalena per diversamente abili, acquistata da un anno e lasciata nel deposito comunale. 

Roberta Salvati Report-age.com 2014

Roberta Salvati

E così chiede al sindaco di Sulmona, Annamaria Casini, ” Di essere resa edotta dello stato attuale dei parchi giochi cittadini al fine di valutarne e verificare l’utilizzo e l’apertura di quelli conclusi e la realizzazione di nuovi – continua Salvati preoccupata del fatto che il periodo primaverile è alle porte – Più di un anno fa mi interessai di verificare e revisionare tutti gli spazi gioco della città per valutare il loro stato e le criticità. Appena insediata l’amministrazione, giugno 2016, ho immediatamente informato l’assessore Mario Sinibaldi del lavoro svolto. Da allora nulla è stato fatto. Il parco giochi di via Sallustio, sebbene concluso, resta ancora chiuso e non utilizzabile per i tanti cittadini e i bambini che ne fanno richiesta. Per via della carenza di personale, questi spazi ludici sono sguarniti di un custode, utile ad aprire e chiudere gli spazi e a vigilare. A tal proposito sarebbe utile valutare l’ipotesi di affidamento di questi spazi, sistemando dei chioschi utili come servizio ai cittadini per l’acquisto di vivande e altro e ricevere da parte del gestore un servizio di custodia ,vigilanza e manutenzione. Il parco giochi in Viale Togliatti resta in uno stato di abbandono. Il parco giochi nel Parco Fluviale sebbene senza apparenti criticità, sarebbe doveroso manutenerlo. Il parco giochi in nei pressi dell’abbazia Celestina (Badia Bagnaturo) va monitorato e manutenuto. Oltre questo, il progetto da me proposto assieme alla precedente amministrazione di creare un parco gioco anche nella villa Comunale e la forte volontà della curia e del vescovo a realizzarlo nell’area adiacente la cattedrale di San Panfilo. Dalla valutazione di un anno fa, emergeva la forte esigenza di realizzare un parco giochi sopratutto a Sud, verso Porta Napoli. In una iniziale proposta venne ipotizzato lo spazio verde sul parcheggio di Santa Chiara, utile per ospitare una nuova area giochi molto importante per rivitalizzare la parte Sud di corso Ovidio penalizzata e carente – conclude Salvati – Torno oltremodo a sollecitare la sistemazione dell’altalena per disabili in quanto acquistata già da un anno e chiusa in un magazzino, cosa inaccettabile. Sono convinta che l’altalena vada installata nel più breve tempo possibile vista la carenza di spazi per bambini diversamente abili. I parchi più idonei dove posizionarla sono l’area giochi del parco fluviale, il parco giochi di viale Togliatti o il nuovo parco di via Sallustio, facilmente accessibili dai mezzi per il trasporto disabili”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: