Skip to content

Tribunali di Sulmona, Avezzano, Vasto e Lanciano: finalmente la proroga

Roma. La decisione del governo di accordare la proroga per altri 2 anni ai tribunali abruzzesi definiti ‘minori’ di Sulmona, Avezzano, nell’aquilano, Vasto e Lanciano, nel teatino, premia le richieste dei territori e di tutti i parlamentari abruzzesi che si sono prodigati per ottenere questo nuovo risultato. 

Paola Pelino Foto Maria Trozzi Report-age.com 2016

“L’Abruzzo in questo momento difficile ha bisogno del lavoro di tutti i suoi uffici giudiziari. Ringrazio il governo per aver compreso e accolto nel decreto terremoto la mia richiesta di proroga dei tribunali di Avezzano, Lanciano, Sulmona e Vasto” ha dichiarato in una nota il sottosegretario alla giustizia, Federica Chiavaroli. “Alla fine, l’esecutivo ha scelto di inserire la norma nel nuovo decreto terremoto. Sono soddisfatta per questo esito che non era affatto scontato, per il quale mi sono battuta con impegno e determinazione. Adesso però è necessario non perdere nemmeno un minuto e lavorare per la salvaguardia dei presidi giudiziari, con riguardo a quelli delle aree orograficamente svantaggiate” è quanto dichiara in una nota la vice presidente del gruppo di Forza Italia al Senato Paola Pelino. 

“Prorogata sino al 2020 l’attuazione della riforma delle circoscrizioni giudiziarie che prevede al 2018 la soppressione del tribunale di Sulmona e dei 3 presidi giuridici abruzzesi – scrive in una nota il sindaco di Sulmona, Annamaria Casini,  – Ringrazio tutti coloro che si sono adoperati per ottenere l’inserimento nel decreto terremoto della proroga di 3 anni – afferma il sindaco di Sulmona Annamaria Casini – Risultato che ci consentirà di utilizzare il tempo per proseguire la battaglia a difesa del tribunale di Sulmona.

Come si è giunti alla Proroga. Come anticipato dal senatore Enrico Bumei lunedì il governo ha dato il via libera ad una ulteriore proroga della soppressione dei tribunali abruzzesi facendo proprio l’emendamento firmato dal senatore Stefania Pezzopane e dallo stesso Buemi. Così chiarisce Massimo Carugno, della segreteria nazionale del Partito socialista italuano: “Tutto è rinviato al 2020. Ma andare avanti di proroga in proroga non serve a niente. Questo tempo quindi non deve essere utilizzato per dormire sugli allori ma deve servire per trovare una soluzione che sia frutto del lavoro di concerto delle rispettive avvocature e della politica. Ringrazio il Senatore del mio partito Enrico Buemi il quale, nonostante sia piemontese, da anni sta conducendo una battaglia a fianco dell’Abruzzo per risolvere tale problema. La sua presenza testimoniata dalla firma di questo come dei precedenti emendamenti è sicuramente utile e funzionale a progetto complessivo”.  

2 Comments »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: