Sfamati i cavalli abbandonati in montagna. Molti potrebbero finire al macello

Lucoli (Aq). C’è una buona e una cattiva notizia per i cavalli abbandonati in alta quota da fine novembre, nell’area in cui è  caduta l’eliambulanza del 118. Ieri sono arrivati gli aiuti, poco prima delle ore 11, gli animali hanno finalmente mangiato qualcosa di sostanzioso. I militari dell’Esercito italiano, specialità Alpini, e Forestale hanno portato sacchi di biada, un composto di cereali per il bestiame, per sfamare le decine di quadrupedi d’allevamento rimasti tra la neve per settimane, in prossimità degli impianti sciistici di Campo Felice. Purtroppo molti di questi animali potrebbero finire al macello, come si dice, dalla padella alla brace.

Immagini Rossano Soldati

soccorso-ai-cavalli-abbandonati-di-campo-felice-report-age-com-27-1-6L’operazione è stata coordinata dal prefetto dell’Aquila, Giuseppe Linardi. Per sfamare gli animali un grande aiuto è arrivato dall’Anas, la società che gestisce gestisce la rete stradale ed autostradale italiana, gli animali spesso si ritrovavano in strada. Importante il contributo del Comune di Lucoli, dell’Esercito(Alpini), della Forestale e della società degli impianti, la Campofelice spa,che ha messo a disposizione un gatto delle nevi e del personale per trasportare i sacchi di biada a destinazione. Gli allevatori sembra voler collaborare, hanno ammesso le loro responsabilità e portato da mangiare agli animali. Finalmente le povere bestiole sono state sfamate incastrate come sono sulla piana coperta dalla neve, da fine novembre senza cibo e all’aperto. I proprietari, della Marsica, sono stati rintracciati in questi giorni e si sono impegnati a custodire gli animali e a fornire loro del cibo almeno sino a martedì mattina quando gli animali saranno recuperati. Il rischio ora è un altro, questi cavalli potrebbero essere destinati alla macellazione. “Ora Sarebbe importante l’intervento di Italian Horse Protection Onlus – spiega Rossano Soldati, vicesindaco di Lucoli che da giorni è impegnato a risolvere il problema dei cavalli abbandonati in montagna da 2 mesi. Il vice sindaco è in contatto con l’associazione Toscana che si è resa disponibile a dare una mano. Il coordinatore Sonny Richichi questa mattina ha chiarito che i cavalli “Possono essere avviati al macello solo se dotati di regolare microchip e passaporto Dpa (Destinati alla produzione alimentare) e solo se l’autorità sanitaria accerta le loro condizioni di benessere, cosa che mi sembrerebbe paradossale vista la situazione. Altrimenti è illegale”.

soccorso-ai-cavalli-abbandonati-di-campo-felice-report-age-com-27-1-5“Io non posso fare molto altro per questo branco – riferisce l’amministratore di Lucoli – Questi cavalli inselvatichiti, di cui alcuni senza microchip, sarebbero nati selvatici a detta del proprietario. Verranno portati al macello e non sono tranquillo, ma non posso fare di più. Speriamo che Italian horse protection Onlus riesca a salvarne almeno uno o qualcuno”. Soldati tenterà di salvare almeno qualcuno dei puledri affinché possa essere destinato, come animale d’affezione, a qualche azienda agricola o impresa che si occupa di attività ricreative e di sostegno nel sociale, sempre se i proprietari acconsentono. “Sarebbe già una grande vittoria” dice l’amministratore locale. La prossima operazione sarà il sequestro di circa 15 cavalli nelle vicinanze del casello autostradale di Tornimparte (Aq) che, è probabile, verranno recuperati e portati in una stalla di sosta. E poi? Quelli senza microchip andranno all’asta. Conclude il vice sindaco: “Anche per quest’altro caso potrebbe esserci speranza di salvarne qualcuno degli animali, ma non so fino a che punto“.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Tutti i diritti riservati
Tutti i diritti riservati

Cavalli abbandonati verso i rottami dell’eliambulanza caduta a Campo Felice

Da Firenze, Italian Horse Protection disponibile per il recupero dei cavalli prigionieri della neve a Campo Felice

Una risposta a "Sfamati i cavalli abbandonati in montagna. Molti potrebbero finire al macello"

I commenti sono chiusi.

il blog di Maria Trozzi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: