Skip to content

Decine di cavalli abbandonati verso i rottami dell’eliambulanza caduta a Campo Felice

Lucoli (Aq). Sono sempre di meno i cavalli ed è sempre più difficile, si allungano i tempi, per il loro recupero. Gli animali sono prigionieri della neve dal 30 novembre 2016 e da settimane sono senza cibo e al freddo, in balia della fauna selvatica, a Campo Felice (1700 metri di quota). Quando per legge dovrebbero essere al sicuro in qualche ricovero. Le segnalazioni della presenza dei quadrupedi, in alcuni casi avvistanti anche sulla strada che conduce agli impianti di risalita, sono arrivate da giorni anche ai Carabinieri forestali che dicono di non poter fare nulla per le bestiole che sarebbero inavvicinabili. 

Aggiornamento

cavalli-verso-rottami-delleliambulanza-1-report-age-com-2017Questa delle immagini è la stessa area che, a causa della fitta nebbia, ieri si è trasformata in una trappola mortale per l’elisoccorso del 118. Ieri mattina gli animali avvistati si dirigevano proprio verso i rottami dell’eliambulanza che si è schiantata martedì durante il soccorso ad uno sciatore romano, caduto da una motoslitta. Sono morte 6 persone nell’incidente avvenuto a pochi metri dagli impianti sciistici. Le bestie sono lì da settimane e si sta cercando un sistema per raggiungerle lanciando delle balle di fieno e si sta organizzando una colonna per recuperare il bestiame. In queste poche ore di luce, oggi non c’è nebbia, il vice sindaco di Lucoli ha potuto documentare il percorso degli animali che stamane, dopo le ore 10, si dirigevano verso i rottami dell’aeromobile.  L’associazione Italian horse protection di Montaione (Fi) si è resa disponibile per il recupero dei cavalli prigionieri della neve. L’associazione toscana da qualche giorno è in contatto con il vice sindaco di Lucoli impegnato, tra le tante emergenze di questi giorni, anche a salvare le povere bestiole. Il coordinatore ha segnalato il caso al ministero della salute e all’Istituto zooprofilattico di Teramo (Izs) per chiedere un coordinamento sul campo necessario per il recupero delle decine di cavalli prigionieri della neve che da settimane sono senza cibo. “Dalla descrizione fatta da Soldati serviranno mezzi e sarà necessario che la autorità pongano poi sotto sequestro questi animali, dopo il primo soccorso – dichiara il presidente dell’associazione Sonny Richichi  Su mie indicazioni, il vice sindaco sta indirizzando una missiva al ministero e all’Izps per chiedere un tavolo tecnico urgente”.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Da Firenze, Italian Horse Protection disponibile per il recupero dei cavalli prigionieri della neve a Campo Felice

Decine di cavalli prigionieri della neve senza cibo da settimane a Campo Felice

3 Comments »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: