Skip to content

Canile di nuovo senza contributi e i cani restano senza cibo. Il problema si ripropone, va risolto una volta per tutte

Sulmona (Aq). “Un’assurda trafila burocratica, un continuo scarica barile di responsabilità che sta mettendo in serio pericolo la sopravvivenza dei nostri ospiti” dal canile municipale di Noce Mattei Gabriella Tunno, coordinatrice della struttura, chiede al sindaco di intervenire perché è da mesi, da agosto, che non riceve contribuiti e domani i 280 della struttura resteranno senza cibo. Scatta la solidarietà con donazioni di cibo e altri generi di conforto per gli animali ricoverati, arriva anche qualche volontario e un imprenditore sulmonese, Pasquale Di Toro, che con la sua carriola cingolata provvede a liberare, dalla neve, box e spazi necessari agli animali per potersi almeno muovere.  Non basta. 

Archivio Aprile 2015

Pasquale Di Toro Canile municipale Report-age.com 21.1.2017

Pasquale Di Toro

Gabriella Tunno canile comunale Report-age.com 21.1.2017

Gabriella Tunno

Si ripropone lo stesso problema, il ritardo nell’erogazione dei fondi per una struttura comunale di eccellenza che permette di contenere il fenomeno dell’abbandono degli animali, del randagismo e consente di affidare i cani a famiglie che ne hanno cura. La situazione non cambia, è sempre la stessa da anni, ma non deve più ripetersi, gli amministratori devono trovare una soluzione, una volta per tutte. “Sindaco faccia presto” è la supplica della responsabile perché “Sono mesi che non ci vengono erogate le mensilità da parte dal Comune di Sulmona, finalizzate al mantenimento e cura dei nostri amici a quattro zampe. Fino ad oggi abbiamo fatto fronte con le ultime risorse a disposizione attingendo anche a quelle personali, con la speranza che le promesse della tesoreria, ragioneria e dello stesso Comune avessero un fondo di concretezza, ma ahimè così non è stato. Pertanto chiedo alla comunità di Sulmona di intervenire con la propria solidarietà per aiutarci ad attraversare e superare questa difficilissima situazione di stallo, con donazioni di cibo e altri generi di conforto destinati ai nostri animali. Chiedo al nostro sindaco, Annamaria Casini, il suo immediato intervento al fine di interessarsi in prima persona all’immediata soluzione di questa assurda trafila burocratica. Confido nell’operato nel nostro Sindaco nel far si che la buona nomea del nostro Canile Rifugio continui a fare sempre la differenza”. 

Il primo cittadino risponde: “Ci siamo attivati, insieme alla giunta, nella risoluzione della questione riguardante l’aspetto economico nei confronti della struttura, dai primi di dicembre e proprio in questi giorni stava per giungere a buon fine. Bisogna tenere in considerazione il fatto che in ogni Comune la tesoreria chiude dalla metà di dicembre fino a metà di gennaio. Non è da sottovalutare la situazione di emergenza degli ultimi mesi, con copiose nevicate e scosse sismiche nella nostra città e la conseguente chiusura degli uffici pubblici su disposizione del prefetto dell’Aquila, Giuseppe Linardi. Situazioni che hanno richiesto il lavoro di funzionari e dirigenti comunali che non si sono tirati indietro – conclude il sindaco di Sulmona – Tengo a ribadire che abbiamo a cuore le sorti del nostro canile, basti considerare anche il tempestivo intervento per far fronte a tutte le problematiche causate dall’abbondante nevicate”. Già dalla prossima settimana i fondi saranno messi in liquidazione, annuncia il consigliere comunale Mauro Tirabassi. Ben venga tutto questo, ma è da evitare che trra un po’ di tempo la struttura si trovi di nuovo in difficoltà per i ritardi e la burocrazia, non è la prima volta, ma speriamo che sia l’ultima.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: