Skip to content

Caccia: va sospesa nei giorni di neve e gelo, appello del WWF anche per l’Abruzzo

La Puglia ha sospeso l’attività venatoria dal 6 all’8 gennaio per condizioni atmosferiche avverse con un provvedimento dirigenziale del 4 gennaio. Plaude alla decisione Luciano Di Tizio, delegato Wwf Abruzzo: “La giunta abruzzese dovrebbe seguire l’esempio”.

Aggiornamento

Caccia uccelli Foto Trozzi Report-age.com 2016

Invernale. Foto Maria Trozzi tutti i diritti riservati Report-age.com 2016

Il Wwf fa appello alle Regioni affinché sospendano la caccia per i prossimi giorni in cui si prevedono, nelle regioni del Centro Sud, temperature bassissime e nevicate abbondanti. Per l’associazione il gelo sarebbe il colpo di grazia per la fauna selvatica se agganciato alla caccia e per gli animali sin  troppo provati da un inverno con grandi sbalzi di temperature, dal bracconaggio dilagante, dalla scarsità di cibo e ripari dell’inverno. “Studi scientifici provano che stagioni invernali come queste gli animali selvatici sono estremamente deboli e dovendo spendere le poche energie residue per nutrirsi, difficilmente riescono a trovare anche la forza per fuggire dai cacciatori – dichiara Di Tizio – La legge 157/92 a tutela della fauna selvatica, disciplina le attività di caccia sancendo il divieto di cacciare su terreni in tutto o parte coperti da neve e sugli specchi d’acqua ghiacciati, tranne che nell’area alpina – conclude il portavoce del Wwf – Gli enti regionali possono e devono modificare i calendari venatori in previsione di una maggiore tutela degli animali selvatici che sono un patrimonio indisponibile dello Stato da tutelare nell’interesse della comunità nazionale e internazionale (art. 1 Legge n. 157/92)”.

mariatrozzi77@gmail.com

2 Comments »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: