Skip to content

Forestale nell’Arma previsti in Abruzzo 2000 sopralluoghi e 600 ispezioni nel 2017

Le forze dell’ordine e di polizia passano da 5 a 4 con il Corpo forestale dello Stato che confluisce nell’Arma (riforma Madia che prende il nome dal ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione). Anche in Abruzzo resta l’incognita sui veri effetti che determinerà presto la riforma. Inquieta il fatto che proprio là dove i crimini sono in crescita si decida di risparmiare sulla pelle di chi, c’è da chiedersi.

Continua la battaglia antiveleno del Corpo forestale dello Stato Report-age.com 2016Sono quasi 8 mila coloro che saranno accorpati e inquadrati nei reparti del Comando unità tutela forestali, ambientali e agroalimentare dei Carabinieri con competenza sulla salvaguardia del patrimonio paesaggistisco italiano. Un compito che in Abruzzo è reso ancor più impegnativo per le tante e fondamentali aree protette (4 parchi di cui 3 nazionali e 38 riserve regionali e 19 boschi) che salvaguardano il territorio. Si parla di 11 mila ettari di verde protetto che richiedono controllo e vigilanza in questa regione. Con il rinnovo triennale con la Regione Abruzzo, così accorpata, la Forestale continuerà a garantire tutela al patrimonio agro-silvo-pastorale e del demanio forestale regionale, della fauna selvatica e vigilanza in materia venatoria, degli ecosistemi fluviali, della conservazione dei vivai forestali e della prevenzione degli incendi boschivi. Sono programmati 2000 sopralluoghi annui, un centinaio di intervento di recupero di fauna in difficoltà e  almeno 600 ispezioni a tutela dei fiumi abruzzesi.

mariatrozzi77@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: