Skip to content

Faiella, la sua Arte nel mondo: 8 città e 4 Paesi della via dell’esilio di Ovidio

Sulmona (Aq). Italia, Grecia, Bulgaria e Romania, Arturo Faiella sta esponendo, non solo in Abruzzo, ma anche in Italia e soprattutto nella mostra La via dell’esilio organizzata dal Museo d’arte di Costanza in collaborazione con l’Istituto culturale romeno allestita per il bimillenario di Publius Ovidius Naso, poeta latino sulmonese esiliato a Tomi.

La mostra di Costanza raccoglie 60 grandi opere di grafica ispirata al poeta latino, realizzate da artisti di calibro provenienti da Italia, Grecia, Bulgaria e Romania. A rappresentare l’Italia è proprio il mitico pittore Arturo Faiella, apprezzato e conosciuto nella sua Sulmona, ma anche all’estero. Insieme a lui, Lino Alviani e Yoselin Giovani. Presentata in 8 città di 4 Paesi dell’Europa, l’itinerario dell’esposizione segue la via dell’esilio che Ovidio attraversò, da Roma a Tomi: Sulmo, Roma, Brindisi (Brundisium), Corinto (Koryntos), Nessebar (Mesembria), Balcic (Dionysopolis), Mangalia (Callatis) e Constanta (Tomi). La prima tappa della mostra itinerante è stata a Sulmona, dove il poeta è nato, che l’ha ospitata dal periodo 15 al 20 maggio nella chiesa di San Francesco della Scarpa. Dopo la presentazione a Roma, presso l’Academia di Romania, la mostra sarà visitabile a Brindisi, presso il palazzo Granafei Nervegna, dal 21 al 25 giugno; a seguire, Corinto, presso la Galeria d’Arte; Nessebar – Art Gallery; Balcic – Centro Culturale il “Palazzo”; Mangalia – Casa della Cultura; Constanta – Museo d’Arte di Constanta e “Casinou”.


Omaggio al cantautore sulmonese, Toni del Monaco, e tanto altro da questo impareggiabile artista abruzzese. Al quintetto de La Medusa di Najas il maestro aggiunge altri e più recenti capolavori. Affascinanti e al tempo stesso delicate le figure femminili dei dipinti, attraenti, intriganti e un po’ capricciose alcune rappresentazioni di donna. Protagonista di molti dei suoi quadri è la Donna, una in particolare che rimane nel cuore dell’artista. Sempre il colore vivo e acceso avvolge la femminilità e gli affetti familiari, tratti inconfondibili. Faiella aggiunge fascino e sinuosità alle grazie di giovani stupende con pennellate decise. Corinna’s night e Ostuni sono esplosione di forme e dettagli che piacciono alla vista e che spingono a conoscere la stagione dell’arte ispirata dai sogni e dai desideri del grande Faiella.

Il maestro Arturo Faiella

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: