Skip to content

Fiaccolata per Fabrizia Di Lorenzo morta nell’attentato di Berlino, la conferma dal ministro Alfano

La 31enne di Sulmona, Fabrizia Di Lorenzo, è tra le vittime dell’attentato, è ufficiale. Per il riconoscimento è stato necessario l’esame del Dna dei familiari, madre e fratello hanno raggiunto Berlino ieri mattina per analisi e verifiche necessarie.

Attentato a Berlino Fabrizia di lorenzo di Sulmona Report-age.com 2016

Questa sera ore 21.15 fiaccolata in memoria di Fabrizia Di Lorenzo, vittima dell’attentato di Berlino. Un corteo silenzioso e composto partirà alle ore 21.15 da piazza Garibaldi e attraverserà corso Ovidio fino a piazza Carlo Tresca. Per partecipare basta un lumino bianco che verrà acceso alla partenza. All’arrivo, in preghiera, verranno deposti i lumini. “Come mamma, prima ancora che come cittadina dell’Abruzzo e di Sulmona, piango la morte di questa nostra bellissima figlia, Fabrizia, colpita dall’inaudita violenza dell’uomo – dichiara in una nota la senatrice Paola Pelino – Una ragazza splendida, di grande valore umano che rappresentava con le sue qualità i tanti giovani che cercano lontano dall’Italia la realizzazione dei propri sogni con i tanti sacrifici personali e delle loro famiglie. Ai genitori di Fabrizia va il mio pensiero, unito a un abbraccio fortissimo. Per la città di Sulmona è una giornata di immensa tristezza e di dolore senza limiti”. La conferma che la giovane sia tra le vittime della strage di Berlino è arrivata stamane dal ministro degli esteri, Angelino Alfano: “A nome mio personale, dell’Amministrazione e di tutta la Città di Sulmona esprimo cordoglio più profondo per la morte della nostra giovane concittadina manifestando un’affettuosa vicinanza alla famiglia Di Lorenzo. Oggi Sulmona si raccoglie in un abbraccio simbolico, partecipe al grande sgomento che l’ha colpita. La Città si spegne nel rispetto del grande dolore” scrive la sindaca Casini.

Archivio

Attentato di Berlino sulmonese dispersa

 

1 commento »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: