Skip to content

Laurea in memoria degli studenti vittime del terremoto di Amatrice

L’Aquila. Sono state conferite sabato mattina i diplomi di laurea in memoria degli studenti universitari  vittime del teremoto del 24 agosto che ha colpito il Centro Italia.

All'Aquila lauree onoris cause

A conferirle l’Università  dell’Aquila e la facoltà più colpita dal terremoto, quasi rasa al suolo dalla scossa di Magnitudo 6.9 delle ore  3.32 che 7 anni fa distrusse anche la città capoluogo di regione e numerosissimi centri della provincia. Sotto le macerie della casa dello studente persero la vita Francesco Maria, il giovanissimo custode aquilano della Casa morto con i 7 universitari che decisero di rimanere nella tanto discussa struttura. Quella notte tragica nella città abruzzese, a causa della scossa, sono deceduti 55 studenti, di cui 50 universitari fuori sede. 

Strana coincidenza, quella prima faglia ad Amatrice si muove e getta nel terrore l’Italia intera alle ore 3.36 e uccide 241 persone in provincia di Rieti, molte nate all’Aquila e a Castelli.

 Le lauree assegnate sono una triennale in Ingegneria industriale alla memoria del giovane, Filippo Sanna, e una magistrale di Ingegneria edile-architettura, alla memoria di Morena Ciancaglioni. I due ragazzi sono deceduti a causa del terremoto di Amatrice. Il conferimento ha avuto luogo nel corso di una commovente cerimonia svolta nell’ateneo aquilano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: