Skip to content

D’Alfonso e Di Pangrazio con parlamentari e sindaci per i tribunali minori

Pescara. Convocata il 17 dicembre, alle ore 10 nella sede della giunta regionale di viale Bovio, un incontro con i parlamentari abruzzesi e con i sindaci dei capoluoghi e delle città sedi delle circoscrizioni giudiziarie minori di Avezzano e Sulmona, in provincia dell’Aquila, Lanciano e Vasto, in provincia di Chieti.

I presidenti fanno appello ai parlamentari abruzzesi in qualità di “fondamentali interlocutori del Governo affinché vogliano garantire tutto il loro impegno per l’ottenimento della salvaguardia delle circoscrizioni giudiziarie minori” d’Abruzzo e comunque in via di urgenza e priorità l’ottenimento di una ulteriore proroga del termine già previsto del 2018. “L’Abruzzo non può essere disegnato con un servizio giustizia a 2 velocità – dichiarano D’Alfonso e Di Pangrazio – un Nord con 4 tribunali e un Sud privo di presidi giudiziari. Città di area vasta, con entità territoriali storicamente e culturalmente definite, con caratteristiche geografiche peculiari e densamente popolate, l’area Frentana, con circa 80 mila abitanti, o la Marsica, con ben 130 mila. L’Abruzzo ha bisogno di strutture giudiziarie innestate nel loro contesto di vita e non a chilometri di distanza. Lo dicono, con trasparente obiettività, la mole di lavoro civile e penale trattato in quei Tribunali e l’indotto socio-economico collegato all’attività di quei tribunali”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: