M5S: nuovo emendamento per salvare i tribunali da chiudere

Avezzano (Aq). Un altro emendamento firmato Movimento 5 Stelle per il Documento economia e finanza regionale, sempre per salvare i tribunali abruzzesi scampati alla prima fase della riforma della geografia giudiziaria. 

Aggiornamento

“Continueremo a sostenere la battaglia degli avvocati del foro di Avezzano e di tutti i cittadini della Marsica perché il tribunale resti al suo posto – dichiara Gianluca Ranieri (M5S) – L’emendamento al Derf, da noi presentato per la seconda volta in consiglio Regionale punta a far si che la Regione attui ciò che ha deliberato a luglio 2015 per nostra iniziativa, che metta a disposizione le risorse necessarie all’attuazione della prevista intesa con il ministero della giustizia finalizzata a realizzare, in via sperimentale, la gestione delle sedi giudiziarie di tribunali e procure di Avezzano (Aq), Lanciano (Ch), Sulmona (Aq) e Vasto (Ch), con il coinvolgimento dell’ente Regione – dichiara Ranieri – Ci battiamo ormai da molto tempo per la salvaguardia dei tribunali abruzzesi, già da prima che  il Movimento 5 stelle entrasse in consiglio regionale, grazie ai nostri colleghi in parlamento. Appare chiara, infatti, l’importanza del lavoro che quotidianamente svolgono i presidi soppressi, per rispondere alla domanda di giustizia, così come è evidente dal numero di procedimenti pendenti nelle quattro circoscrizioni giudiziarie soppresse e dal loro indice di produttività. Ne è esempio lampante il Tribunale di Avezzano, il quale risulta fra i primi 4 distretti giudiziari abruzzesi per popolazione e per domanda di Giustizia”.

La riforma della geografia giudiziaria si avvicina alla sua seconda fase, sino ad ora ha portato alla chiusura delle sedi giudiziarie italiane in città lontane dai capoluoghi di provincia, 13 settembre 2013 è la data fatidica, con l’applicazione dei famigerati decreti 155/156 del governo Monti. Anche a Sulmona il calo delle pendenze è lampante, ma oltre una certa soglia, dicono gli avvocati, non si può andare. Si denuncia di meno, in molti non cercano più giustizia nelle aule rassegnati, ma in alcuni casi ricorrono ad altri mezzi. Aprile scorso, poi, è stato presentato al ministro della giustizia un altro schema di legge delega che prepara altri tagli riguardanti però le Corti d’Appello. Quella dell’Aquila, ma anche altre sedi di secondo grado potrebbero essere riassunte ad Ancona. Come potranno dunque salvarsi i 4 tribunali abruzzesi, o anche solo 2 degli uffici giudiziari delle regione che hanno ottenuto la proroga di 3 anni per la questione sisma? Troppo tardi ormai per una legge, ricorda la senatrice Paola Pelino (FI), troppo presto però per una proroga. C’è ancora troppo tempo per settembre 2017.

mariatrozzi77@gmail.com

Archivio

Avezzano. Tribunale: si punta di nuovo alla proroga per scongiurarne la chiusura

Contro la chiusura del tribunale di Sulmona nuova chiamata alle armi

Un pensiero riguardo “M5S: nuovo emendamento per salvare i tribunali da chiudere

I commenti sono chiusi.