Ai domiciliari sorpreso in bici tenta la fuga e si giustifica: ‘Ho male alla gamba’

Pescara. “Stavo andando in ospedale, mi fa male la gamba!” risposta che denota almeno un grande senso dell’Humor nel 50enne, ai domiciliari, beccato a spasso in bici dai Carabinieri della Compagnia di Pescara al comando del Maggiore Claudio Scarponi.

I militari dell’Arma lo hanno sorpreso in mattinata all’interno del Sert di Pescara, in via monte Faito. L’uomo, 50enne del quartiere Rancitelli, ha precedenti per reati contro il patrimonio e la persona ed è stato ristretto ai domiciliari per droga. , ha provato a giustificare lamentandosi del dolore ad un arto. Difficile convincere i Carabinieri dopo aver cercato persino di evitare l’arresto, in flagranza per il reato di evasione, con un brevissimo tentativo di fuga in bici, prontamente stroncato da un equipaggio della squadra motociclisti dell’Arma.  Convalidato l’arresto, il 50enne è stato nuovamente ristretto ai domiciliari, in attesa del processo.